Perugia calcio, Kouan manda in soffitta il Foggia e Moscati

Calcio, serie B, il Perugia si prepara a scendere in Campania

da Carmine D’argenio
Perugia calcio, Kouan manda in soffitta il Foggia e Moscati
Per la 18a Giornata di campionato Nesta offre varianti contro il Foggia di Padalino. Rientra Bianco a schermare la difesa. Al suo fianco si rivede l’aitante Kouan (scalza anche Marco Moscati), che dopo esser stato per due gare dell’era Breda, salvatore della patria, è stato praticamente accantonato fino ad oggi. Premiato al 13′ ed al 27′ nel suo ritorno in una serata gelida del Curi vestito al boxing day, regalando al Grifo il doppio vantaggio al secondo ed al terzo tiro in porta. Il suo taglio è valsa la marcatura d’apertura. Cosi come ha chiuso, grazie agli identici interpreti, (Melchiorri-Kingsley-Kouan) l’altra segnatura.

Han (che secondo mister Nesta, col passare del tempo ed il ritrovamento di forma, sarà la carta giusta quando tornerà a sostituire Vido in futuro) a far coppia con Melchiorri. Quest’ultimo reattivo più e come mai nel raccogliere un corner foggiano, per farlo diventare invito a nozze per il micidiale ribaltone dell’uno a zero. Le novità lasciano poi il posto a Falasco in luogo dell’indisponibilita’ di Ngawa a sinistra. Per il resto davanti Gabriel, avanti il duo centrale Gyomber-El Yamiq. Mazzocchi basso a destra. Immancabile il giovane terribile, Kingsley, a dettare le transizioni.

Esattamente come fatto in occasione della prima rete, quando, protagonista, ha galoppato fino alla mediana per poi scaricare la palla goal. Ma anche della seconda, al servizio dell’incontenibile Kouan. Mister sei goal Verre a corroborare le punte. Ma anche a mettersi in proprio, con i suoi tiri o chiusure d’azione che siano. Il Foggia disorientato prima dalle sostituzione preventive obbligate.

Privato del tiro più potente della B, Kragl. Della fantasia Mazzeo. E della finalizzazione di Iemmello. A detta di mister Padalino, più per questioni di turn over, che di piccoli acciacchi fisici. Esce dalla gara subito, troppo presto. Ne approfitta il Perugia. Lo fa fino al 94′. Quando il subentrato Vido prolunga la sua azione personale, insiste fino a ribadire in rete il 3 a 0 finale.

Nesta: “Nel secondo tempo ci siam messi a 5 e l’abbiamo portata. Quando facciamo le cose con personalità mettiamo in difficoltà l’avversario. Ma dobbiamo crescere nella fase difensiva con le distanze. È lì che dobbiamo abbassare i chilometri di corsa, per una ottimizzazione delle energie. Mi fa piacere che c’è gente che vuole giocare. Non so quanto ho tenuto fuori Kouan. Ma lui ha sempre spinto in allenamento. Non è da tutti rientrare così. I nostri ragazzi ci danno soddisfazione. Kingsley (meriti alla Società, io neanche lo conoscevo) ripartirà 30 volte a partita. Ci danno entusiasmo. Se vogliamo stare lassù ora a Cremona per vincere.  Nonostante loro abbiamo un giorno in più di riposo e meno chilometri di viaggio, avendo giocato l’ultima a Brescia”.

Kouan: “La fiducia è tutto. Mi era già capitato con mister Breda. In allenamento abbiamo lavorato sulle situazione del primo goal, con la reiterazione degli inserimenti.  Festeggio solo mangiando al ritorno e preparando la gara di Cremona”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
11 × 14 =