La EGS Pallavolo Perugia cresce vincendo, soddisfazioni anche nella serie C femminile

Il coach biancorosso: “I primi frutti per un gruppo che si impegna molto”

La EGS Pallavolo Perugia cresce vincendo soddisfazioni serie C femminile

La EGS Pallavolo Perugia cresce vincendo, soddisfazioni anche nella serie C femminile

Pallavolo Perugia cerca soddisfazioni anche nel campionato di serie C femminile. Nel massimo torneo regionale la società del Presidente Renzo Mastroforti ha deciso di far militare un roster molto giovane ma dalle prospettive importanti, affidato alla cura tecnica dell’esperta Sabrina Paparelli. Un gruppo che nelle cinque gare sin qui disputate ha pagato dazio in avvio con tre sconfitte consecutive (Sir Safety, Ellera e Monini Spoleto) per poi centrare due vittorie consecutive contro Narni e San Mariano. Quest’ultima ottenuta nell’ultimo turno casalingo, contro una formazione quotata, ha generato grande soddisfazione all’interno dell’ambiente biancorosso.


Fonte: AS Ufficio stampa


“Il successo contro San Mariano – dichiara il coach Sabrina Paparelli – è stato importante per come l’abbiamo ottenuto e per il fatto che di fronte avevamo un avversario quotato. La nostra è una squadra molto giovane, allestita con l’obiettivo di portare avanti un progetto tecnico e di non cercare il risultato a tutti i costi. E’ chiaro che certe vittorie fanno bene al morale di tutti e soprattutto delle ragazze che si allenano con grande dedizione, serietà e impegno”.

Archiviato il successo contro San Mariano, che consente alla EGS Pallavolo Perugia di tenersi lontano dalla zona gialla della classifica, l’obiettivo è ora puntato alla prossima trasferta di Gubbio. Impegno dove, al di là del tabellino finale, conterà mostrare segnali di miglioramento sul piano tecnico e del gioco.

TABELLINO

EGS PALLAVOLO PERUGIA – SAN MARIANO VOLLEY 3-1 (26-16; 17-25; 25-9; 25-17)

PERUGIA: Patasce 23, Fiorini 16, Torrisi 10, Mezzasette 7, Mochetti 4, Lonetti 2, Bindella (L1), Di Matteo (L2), Cicchi, Tittarelli, Magnini. All.: Paparelli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*