Il muro Lube non dà scampo a Perugia, la coppa Italia va a Civitanova

 
Chiama o scrivi in redazione


Il muro Lube non dà scampo a Perugia, la coppa Italia va a Civitanova
Sebastian SOLÉ, attacco durante Cucine Lube Civitanova vs Sir Safety Conad Perugia, Finale DelMonte® Coppa Italia 2021. Pallavolo Superlega. presso Unipol Arena Bologna IT, 31 gennaio 2021. Foto: BENDA [riferimento file: 2021-01-31/MB5_8641]

Il muro Lube non dà scampo a Perugia, la coppa Italia va a Civitanova

È della Cucine Lube Civitanova la Del Monte®Coppa Italia. La formazione di De Giorgi si aggiudica con merito il secondo trofeo stagionale superando in quattro set la Sir Safety Conad Perugia nella finalissima della Unipol Arena.

© Protetto da Copyright DMCA

I Block Devils non riescono a ripetere la prestazione eccellente messa in campo ieri in semifinale, ma da dato merito agli avversari che hanno giocato per larghi tratti una pallavolo ottima per qualità ed efficacia.

I bianconeri hanno avuto un sussulto importante nel secondo parziale, portato a casa con 5 muri ed il 76% in attacco, mentre per il resto del match a fare la differenza è stato soprattutto il muro (14 vincenti, ben 8 dell’Mvp della Coppa Italia Simon) ed in generale la fase break marchigiana.

Non sono bastati i 21 punti di Leon, i 4 muri vincenti di Ter Horst ed una ricezione che tutto sommato ha retto bene l’urto del servizio avversario. Delusione ovviamente nei ragazzi ed in tutto l’entourage bianconero. Sentimento condivisibile ed ovvio quando si perde una finale, ma che non deve far dimenticare quanto di buono Perugia ha saputo fare in questo weekend bolognese e che (con la Supercoppa già messa in bacheca) la stagione è ancora tutta in ballo e con due importantissimi altri trofei che vedono la Sir in corsa.

Ripartire da domani è l’obiettivo dei giocatori del presidente Sirci, già mercoledì si torna in campo, ancora contro Civitanova, per la penultima di Superlega.
Testa alta e andiamo avanti Block Devils!

IL MATCH

Heynen conferma i sette di ieri. Parte meglio Civitanova (4-2). Ace di Leon che pareggia, poi Solè (4-5). Simon capovolge (6-5). Muro di Leal, poi Rychlicki. È break Lube (9-6). Ace di Leal (11-7). Ace anche per Russo (12-10). Il muro di Simon riporta Civitanova a +4 (16-12). Altri due muri per i marchigiani (18-12). Ace di Leal (21-14). La Lube arriva al set point (24-17). In reta l’attacco di Leon, Civitanova avanti (25-17).

Ace di Rychlicki in avvio di secondo set (4-3). Si gioca punto a punto con Leal a segno in diagonale (10-9). Due in fila di Ter Horst, poi errore di Leal, poi Leon, poi out Juantorena, poi ace di Plotnytskyi (10-15). Solè mantiene le distanze (14-19). Out Leon, poi muro di Yant (17-19). Il muro di Ter Horst fa ripartire Perugia (17-21). Muro di Russo, poi ancora Ter Horst (17-23). L’olandese porta Perugia al set point (18-24). È sempre Ter Horst a siglare la parità a muro (18-25).
Equilibrio nel terzo set (4-4). Muro di Russo (4-6). Muro anche di Simon che pareggia (6-6). Rychlicki manda avanti i suoi (8-7). +2 Lube con Juantorena (10-8). Invasione di Civitanova e parità (11-11). Leal e Simon fanno un break micidiale (19-11). Il set è segnato con la Lube che arriva al set point (24-15). Il servizio out di Leon manda le squadre al cambio di campo (25-17).
Muro di Solè nel quarto parziale (2-2). Errore di Plotnytskyi, poi Simon (6-3). Ace di Simon, poi muro di Juantorena, poi altro ace di Simon (10-4). Maniout di Rychlicki, poi pipe di Leal (13-5). Break di Leon (13-7). Fuori Leal (15-10). Fuori Plotnytskyi (20-13). Perugia non riesce ad avvicinarsi (22-15). Muro di Leal, match point Civitanova (24-17). Chiude il muro di Simon (25-17).

I COMMENTI

Sebastian Solè (Sir Safety Conad Perugia): “Complimenti a Civitanova. Noi in semifinale abbiamo giocato una partita straordinaria, non siamo riusciti a mantenere quel livello e stasera potevamo fare di più. Con il loro muro hanno preso le misure al nostro attacco, la battuta non ha funzionato a dovere. Adesso siamo tristi, è normale che sia così quando si perde. La cosa bella della vita è che domani ci sveglieremo sapendo che abbiamo ancora tanto da fare. Ci portiamo via da Bologna la voglia di continuare a lavorare e crescere”.
Aleksandar Atanasijevic (Sir Safety Conad Perugia): “Sono stati più bravi di noi, hanno battuto benissimo, va dato merito a loro. Dobbiamo imparare da questa sconfitta. Torniamo in palestra per continuare a migliorare e ci prepariamo per la gara di mercoledì pensando al futuro perché ci sono altri due trofei molto importanti ancora in gioco”.

IL TABELLINO

CUCINE LUBE CIVITANOVA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 3-1
Parziali: 25-17, 18-25, 25-17, 25-17
CUCINE LUBE CIVITANOVA: De Cecco, Rychlicki 15, Simon 17, Anzani 2, Leal 17, Juantorena 12, Balaso (libero), Marchisio, Hadrava, Yant 2, Kovar. N.e.: Falaschi, Larizza (libero), Diamantini. All. De Giorgi, vice all. Giolito.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Travica, Ter Horst 9, Russo 7, Solè 8, Leon 21, Plotnytskyi 8, Colaci (libero), Zimmermann, Piccinelli, Vernon-Evans, Atanasijevic 3. N.e.: Ricci, Biglino (libero), Sossenheimer. All. Heynen, vice all Fontana.
Arbitri: Stefano Cesare – Roberto Boris
LE CIFRE – CIVITANOVA: 13 b.s., 5 ace, 49% ric. pos., 25% ric. prf., 49% att., 14 muri. PERUGIA: 18 b.s., 3 ace, 56% ric. pos., 29% ric. prf., 42% att., 9 muri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*