Con un gol di testa ed un rigore il Perugia vince nell’esordio al “Curi” 📸 FOTO

Con un gol di testa ed un rigore il Perugia vince nell’esordio al “Curi”

Di Elio Clero Bertoldi
PERUGIA – Due gol, uno per tempo, ed il Perugia batte il Cesena (club di serie C) nell’esordio stagionale al Renato Curi, davanti a duecento tifosi. Partita estiva, ovviamente. Ma qualcosa di buono, specie dai nuovi arrivati in biancorosso (Lisi, Carretta, Dell’Orco) si é visto. L’allenatore, d’altro canto, é stato chiaro: “Siamo in fase di costruzione. bene sul piano dell’approccio alla partita e della aggressività. Sul gioco dobbiamo ancora lavorare. Almeno per un paio di settimane. Ed in attesa che arrivi qualche altro elemento”.

Massimiliano Alvini ha iniziato con la formazione ideale del momento con Melchiorri e Carretta, davanti, supportati da Kouan; con Burrai e Vanbaleghem in mezzo e Falzerano e Lisi sulle fasce; difesa a tre: col capitano Angella in mezzo, Curado e Dell’Orco a completare il reparto. Fulignati in punizione – per risposte “non adeguate” al tecnico, in allenamento – non é stato convocato. Nel finale é stato messo in campo il giovanissimo Moro. In pratica sono stati utilizzati, in avvio, sei elementi della passata stagione e cinque nuovi. L’ex William Vialli, che si schiera col 4-4-2, presenta una sola novità rispetto alla partita con la Juventus: Zecca al posto di Nannelli.

Parte forte la squadra di casa che va al tiro con Kouan, Lisi, Carretta, sul quale ultimo la difesa cesenate si salva spedendo in angolo. Ed ecco il vantaggio biancorosso: calcio d’angolo, eseguito da Burrai e Dell’Orco, di testa sigla la prima rete stagionale al Renato Curi. Con dedica alla famiglia ed a Francesca, la fidanzata.

Formidabile un lungo lancio di Burrai per Kouan anche se la conclusione non inquadra la porta. Chichizola viene chiamato in causa da Bortolussi, per una parata senza problemi. Zecca, tra i più vivaci in bianconero, é autore di una girata al fulmicotone, ma alta. Replica a tono il Perugia: cross di Carretta per il colpo di testa di Kouan: Nardi sale in cattedra. Apprezzato anche un tiro a giro di Lisi, appena sopra i legni.

La prima azione romagnola di una certa efficacia porta la firma di Caturano, ma senza esito. Quindi é dell’Orco a impedire che i cesenati passino. Il Perugia ha avuto un maggior possesso palla e di tanti in tanto ha costruito qualche ficcante azione. Ma anche con qualche palla persa di troppo (vero Curado?) ed alcune giocate senza fantasia. Il Cesena ha approcciato il confronto più coperto ma anche pronto a replicare in avanti con Zecca (il più brioso).

In avvio di ripresa si segnalano Ilari su un fronte (Chichizola non si fa sorprendere) e Falzerano, Bianchimano (incornata con risposta di Nardi) e Murano (fuori misura) sull’altro.
Le sostituzioni invece di portare maggiore freschezza e dinamismo finiscono per spezzettare ed addormentare la manovra.

Il secondo gol si concretizza su un brillante ed efficace dialogo tra Manneh e Sounas, col greco che viene falciato da Lepri. Dal dischetto Murano non ha difficoltà a gonfiare la rete di Nardi. Nelle quattro amichevoli disputate – sia pure contro squadre dilettantistiche o di categoria inferiore – il Perugia ha segnato 26 reti senza subirne alcuna.

Perugia-Cesena 2-0
PERUGA (3-4-1-2): Chichizola (40′ st Moro); Curado (1′ st Sgarbi), Angella (33′ st Angori), Dell’Orco; Falzerano (16′ st Righetti), Burrai (16′ pt Di Noia), Vanbaleghem (16′ st Sounas), Lisi (26′ st Manneh); Kouan (1′ st Gybuaa) ; Melchiorri (1′ st Murano), Carretta (16′ st Bianchimano). A disp.: Vano. All.: Alvini.
CESENA (4-4-2): Nardi; Candela (31′ st Campagna), Ciofi (31′ st Guerra), Gonnelli (22′ st Lepri), Adamoli (1′ st Ricci); Ilari (22′ st Zanni), Berti (1′ st Nannelli), Ardizzone (31′ st Bernardi) , Zecca (31′ st Boriani); Bortolussi (22′ st Shpendi), Caturano (1′ st Tonin) . A disp.: Benedettini, Leori, Fabbri. All.: Vialli.

ARBITRO: Baroni di Firenze.
MARCATORE: all’8′ pt Dell’Orco, 39′ st Murano (rig).
AMMONITI: Angella (P), Sgarbi (P).


 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*