Castiglione del Lago, nel ricordo di Andrea Antonelli, si parla di sicurezza in moto

antonelli 2013 portrait xlCASTIGLIONE DEL LAGO – Nell’intensissimo fine settimana sportivo e motoristico dell’Umbria c’è spazio anche per il ricordo di un campione uscito troppo presto e troppo dolorosamente di scena. Parliamo di Andrea Antonelli, scomparso il 21 luglio 2013 a Mosca, appena venticinquenne, in un tragico incidente verificatosi al primo giro della gara di campionato mondiale 600 Super Sport di motociclismo.

In memoria del giovane pilota la famiglia e gli amici hanno creato una onlus, denominata “Ant8supporters”, che è attiva sul fronte della solidarietà, non solo sportiva, e che ha tra i suoi programmi l’organizzazione di un’iniziativa con cadenza annuale che promuova aspetti etici dello sport. L’idea è nata dal confronto con il Comune di Castiglione del Lago che in tal modo ricorderà una volta ogni dodici mesi il suo giovane e sfortunato campione.

La prima edizione è in programma per domenica mattina alle 10.00, all’ex-aeroporto Eleuteri, nell’ambito di Coloriamo i cieli. Nel nome di Antonelli, di cui oltre alle doti sportive tutti hanno unanimemente apprezzato quelle umane e l’autentica, profonda gentilezza d’animo, si parlerà di sicurezza in moto con giornalisti, esperti ed amministratori locali e sarà assegnato il premio “Pilota veloce e solidale”.

Il primo ad aggiudicarselo il trentenne romano Michel Fabrizio, da oltre dieci anni protagonista sulla ribalta internazionale ma profondamente impegnato anche sul fronte della solidarietà e del sociale. I partecipanti alla manifestazione si trasferiranno poi al Crossodromo “V. Rosadi” di Gioiella per assistere alla seconda prova del Campionato italiano di motocross organizzata dal Moto Club Trasimeno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*