Caserta vara un Perugia “guerriero” per conquistare i tre punti a Fermo

 
Chiama o scrivi in redazione


Caserta vara un Perugia “guerriero” per conquistare i tre punti a Fermo

Caserta vara un Perugia “guerriero” per conquistare i tre punti a Fermo

di Elio Clero Bertoldi
PERUGIA – “Li voglio pratici, non belli”. Fabio Caserta impartisce i suoi ordini, le sue disposizione, le sue direttive andando subito al cuore del problema. Spiega: “Sono un po’ preoccupato perché a Fermo sarà importante l’aspetto mentale. Per questo desidero che tutti, già da oggi, siano concentrati, attenti, con lo spirito giusto per affrontare quella che si annuncia come una classica partita da battaglia. Il campo é piccolo, loro attraversano un buon momento… Non sarà facile. Ma noi dobbiamo portare a casa i tre punti. Per cui massima concentrazione, ragazzi. Dal primo all’ultimo minuto, perché le partite si possono sbloccare all’inizio o anche nei secondi finali…”.

  • Chiede, l’allenatore, ai suoi di non pensare alla classifica, agli altri (Padova e Sudtiról, soprattutto) e nemmeno alle prossime gare.
© Protetto da Copyright DMCA

“Dobbiamo concentrarci completamente, esclusivamente, sul Fermo. Se ci guardiamo intorno non facciamo altro che aumentare le nostre difficoltà. Il tempo meteorologico? non ci aiuta, ma dovremo essere bravi ad adattarci alla situazione che troveremo.”

A parte l’attaccante Vano ed il centrocampista Konate, i giocatori della rosa sono tutti convocaboli: Minesso, Melchiorri, Murano ed anche Monaco e Rosi. “Anche se nessuno di loro, pur essendosi allenato per tutta la settimana, é al top, al 100%… Deciderò all’ultimo momento. Ma quello che predico, al di là di chi scenderà in campo, all’inizio o in corsa, é che ciascuno capisca che ci sarà da lottare. In particolare sulle seconde palle, sia in fase difensiva, sia in fase offensiva. Ed ancora risulterà decisivo, in una partita di questo genere, sfruttare le palle inattive. Possiamo contare su elementi bravi sotto porta e altrettanto bravi nel calciare le punizioni. Far rendere al meglio queste qualità rappresenterà una opportunità in più.”

Come suo costume, non svela nulla sulla squadra che manderà in campo. Ma é probabile che, almeno in avvio, non smembrerà l’undici che ha vinto, e bene, contro il Mantova.
“Non ci sarà neppure stavolta Vano, che riesce a difendere la palla ed ha caratteristiche diverse da tutti gli altri compagni di reparto. Comunque possiamo contare su attaccanti con qualità diverse, ma altrettanto significative. Insisterò, in queste ore, su un concetto molto semplice: voglia di vincere e determinazione”.

  • Quello che intende varare Caserta é un Perugia “guerriero”. Quello che piace alla stragrande maggioranza dei tifosi. Dunque la parola d’ordine suona così: “à la guère comme à la guère…”

Probabile formazione:
Perugia (4-3-2-1): Fulignati; Cancellotti, Angella, Sgarbi, Favalli; Sounas, Burrai, Vanbaleghem; Elia, Bianchimano, Falzerano. A disp.: Minelli, Bocci, Negro, Monaco, Rosi, Crialesi, Kouan, Moscati, Di Noia, Minesso, Murano, Melchiorri. All.: Caserta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*