Calcio, alla prima al Curi, passa la Roma, decide l’ex Mancini | Foto

Calcio, alla prima al Curi, passa la Roma, decide l'ex Man
Ph Carmine D'Argenio

Calcio, alla prima al Curi, passa la Roma, decide l’ex Man

da Carmine D’Argenio
Dopo tre anni di Shakhtar, il quarantatrenne Paolo Fonseca, cerca di ripetere alla Roma la sua esperienza frutto di un’idea di gioco dai terzini dei quattro di difesa, dalla forte spinta. Con i due mediani Veretout e Diawara a schermo. I treqartisti che si alzano ed abbassano a creare linee di triangolo con la punta. Per una riuscita di sbocchi di passaggio dell’80%, che han concesso alla sua ex squadra di rilanciarsi nel calcio europeo, con il suo marchio propositivo.

Stasera al Curi, la prima delle due prove post ritiro: il Perugia di Oddo. Fra sette giorni si ripeterà con l’Athletic Bilbao. Di mezzo c’è la serata di festa biancorossa. Renato Curi vestito all’occasione con il miglior abito di pubblico. Si inizia con la presentazione della squadra. Ma l’attesa già cresce all’ingresso dei pullman delle squadre da ben prima delle 19.00. Scuro quello capitolino. Bianco quello del Perugia. Entrambi, vanno e passano. È il momento per tutti di recarsi ai varchi d’ingresso. Si ricomincia con amichevole super lusso, la stagione alla casa del Grifo.

Dentro, l’atmosfera festeggiante si propaga tra i quasi ventimila astanti. Primi a scendere sul rettangolo verde, Mirante e Lopez, che Fonseca si troverà a ‘verificare’. Capitan Florenzi e compagni usciranno dopo il riscaldamento dei padroni di casa. Locali che metteranno l’ultima entry, Vicario, tra i pali. Rosi e Di Chiara (dagli applausi gradito il suo ritorno) a tenere le fasce.

Sgarbi e Gyomber ripresosi dall’infortunio, a fronteggiare centralmente gli attacchi di Dzeko. Carraro riprende la cabina di regia. Coaudiuvato da Dragomir e Falzerano. Buonaiuto e Fernandes a sgusciare dietro Iemmello (il più applaudito in assoluto). Gli ospiti si schiereranno poi in campo con Mirante tra i pali. Mancini ormai in luogo del ceduto Manolas, a far coppia centrale con Fazio. Florenzi e Spinazzola, vecchia conoscenza umbra a sprintare a latere secondo dettami neo acquisiti.

Diawara davanti la difesa. Al suo fianco Pellegrini. Zaniolo riferimento trequartista centrale. Perotti e Under a girargli intorno. Dzeko a chiudere lì davanti. E lo fa puntualmente al 7′ con facile tocco a seguire sotto porta. Si ripete la Roma ancor piu facile al 20′ con l’ex Mancini, che approfittando di un pasticcio difensivo aereo porta a due il vantaggio ospite. Al 34′ ad approfittare invece di una mezza empasse dall’altro lato è Pietro Iemmello, che riavvia in porta una palla mezza stoppata nell’interno area. Distanza ridotta così al rientro agli spogliatoi.  Secondo tempo, dalle squadre rivoluzionate. Giallorossi che fraseggiano a tutto campo. Ed al 44′ ripassa con Mancini su calcio d’angolo di Kolarov. 1 a 3.

PERUGIA – ROMA 1 – 3

IL TABELLINO

PERUGIA (4-3-2-1): Vicario (61′ Leali); Rosi (C) (45′ Mazzocchi), Gyomber (45′ Rodin), Sgarbi (67’Capone), Di Chiara (61′ Nzita); Falzerano (61′ Ranocchia), Carraro (67′ Bianchimano), Dragomir (61′ Manconi); Buonaiuto (53′ Melchiorri), Fernandes (61’Kouan); Iemmello (67′ Falasco).
A disposizione: Ruggiero, Bianco, Konate, Settimi, Moscati, Ngawa.
Allenatrore: Massimo Oddo

AS ROMA (4-2-3-1): Mirante (45′ Pau Lopez); Florenzi (45′ Karsdorp), Mancini, Fazio (45′ Jesus), Spinazzola (45′ Kolarov); Diawara (45′ Cristante), Pellegrini (45′ Nzonzi); Under (67′ Zaniolo), Zaniolo (45′ Antonucci), Perotti (45′ Kluivert); Dzeko (45′ Schick).
A disposizione: Fuzato.
Allenatore: Paulo Fonseca.

Arbitro: Ermanno Feliciani della sezione di Teramo.
Assistente 1: Giuseppe Di Giacinto.
Assistente 2: Andrea Micaroni.

Marcatori: 8′ Dzeko (R) , 21′ Mancini (R) , 35′ Iemmello (P), 90′ Mancini (R).
Ammoniti: -.
Note: 1′ di recupero nel primo tempo
3′ nel secondo tempo.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
13 × 13 =