Aleksandar Atanasijevic, l’arrivederci dei Sirmaniaci prima della partenza 📸🔴 FOTO E VIDEO

 
Chiama o scrivi in redazione


Aleksandar Atanasijevic, l’arrivederci dei Sirmaniaci prima della partenza

Aleksandar Atanasijevic, l’arrivederci dei Sirmaniaci prima della partenza

di Alessandra Valentini
E’ una luna piena quella che lunedì sera ha illuminato il Palabarton e il parcheggio antistante, dove, con il dovuto distanziamento consentito dallo spazio, i tifosi Sirmaniaci hanno dato il loro caloroso saluto al Capitano della Sir per la sua partenza. Aleksandar Atanasijevic, conosciuto come Bata, Magnum ma soprattutto il Re a Perugia partirà per la Polonia dove inizierà subito il ritiro con la nuova squadra e dalla prossima stagione toglierà la maglia dei Block Devils.

Uscì a febbraio come un fulmine a ciel sereno la notizia di questa partenza in anticipo sul contratto dopo un anno particolarmente difficile per la squadra, segnata da infortuni e dal civid-19 e soprattutto per il suo Capitano. Fino all’ultimo i tifosi hanno sperato che la decisione potesse cambiare ma purtroppo così non è stato e seppur con tanta tristezza, i Sirmaniaci non avrebbero permesso ad Aleksandar di lasciare Perugia senza il loro particolare saluto.

Il coordinatore dei Sirmaniaci Michele Salvato dice che questa è la festa che non avrebbero mai voluto organizzare ma ormai la decisione era stata presa e il loro Magnum meritava di avere il meglio, perciò non sono mancate le coreografie con protagonista il numero 14, canti e cori per fare festa a un Atanasijevic visibilmente commosso che non ha resistito dal prendere il microfono in mano e guidare i cori ormai conosciuti come era solito fare dentro al palazzetto dopo le partite.

“Non cambiate i cori che questi vanno benissimo” ha detto ai coordinatori appena prima di tornare a casa, dopo essersi concesso a chiunque abbia voluto salutarlo e dirgli anche un semplice “Ti voglio bene, torna presto”.

Questa frase è stata la più ripetuta, tanto che dice esterna il suo desiderio di volere il meglio per la squadra che secondo lui merita di vincere ogni premio e, una volta che diventi possibile il rientro dei tifosi al Palabarton lui vorrebbe esserci, vestito in bianco come i Sirmaniaci a tifare con loro.

“Mai dire mai, non si può mai sapere cosa può accadere, sicuramente i tifosi mi resteranno sempre nel cuore”, è la risposta in merito alle domande su un possibile ritorno nella squadra.

Il Presidente Gino Sirci presente alla serata interviene ringraziando Aleksandar per tutto quello che ha fatto nelle otto stagioni passate alla Sir e non esclude un rientro a Perugia, “è un grande campione che ha fatto la storia di questo club, ha preso questa decisione ma non è detto che non possa tornare in futuro”. Parlando poi delle prossime decisioni inerenti la squadra, anticipa che scelte in merito al prossimo allenatore verranno prese nei prossimi giorni.

Bata commosso accetta i regali e gli striscioni a lui dedicati e saluta così i tifosi: “vi voglio tanto bene, mi dispiace che non abbiamo vinto, sarei voluto partire con un trofeo. Sarò sempre con voi e potete contare sempre su di me”.

E’ ai nostri microfoni che dice poi: “Sinceramente non mi aspettavo tutto questo, non so come ringraziare i Sirmaniaci che già hanno fatto così tanto per me, è stato tutto una grande sorpresa. Mi mancavano tantissimo, dal primo giorno al palazzetto senza di loro Perugia non è la stessa squadra senza i tifosi, siamo una qualunque squadra se non abbiamo i Sirmaniaci. Voglio ringraziarli per lo spettacolo che hanno fatto stasera, penso che non sia mai successo nel mondo della pallavolo e quando arrivavo qua non mi rendevo conto che a me poteva succedere una cosa del genere e ancora non mi rendo conto che sto andando via. Mi sono mancati tantissimo i cori, vorrei tornare ancora una volta al palazzetto con i Sirmaniaci. Spero di tornare in futuro e vedere qualche partita e sostenere la squadra insieme a loro. Io sono stato molto bene, penso che sono pochi i giocatori di pallavolo che sono stati così bene in un posto e non pensavo di stare così bene il primo anno che sono arrivato. Grazie ai tifosi, non troverò mail il modo di ringraziarli abbastanza, per me sono unici e resteranno così per sempre” e accetta felice la promessa di alcuni di organizzare trasferte in Polonia per andare a trovarlo.

Se da domani Perugia si sentirà orfana del suo principe, anche Magnum dice che si sentirà vuoto dato che sta per lasciare la sua seconda casa, un posto in cui ha accumulato per otto anni bellissimi ricordi.

Otto anni fa Perugia ha visto arrivare  un giovanissimo Aleksandar Atanasijevic e ora vede partire un campione. Unendoci al pensiero dei tifosi auguriamo il meglio a questo straordinario ragazzo che ha contribuito alla crescita e al successo della Sir e speriamo che il suo nuovo percorso possa presto riportarlo a Perugia.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*