Semaforo verde, l’Acea Rugby Perugia riparte il 13 febbraio

Appuntamento in casa per il recupero con Noceto, poi il 20 si va a Roma. Intanto visita agli sponsor

Acea Rugby Perugia riparte il 13 febbraio

Semaforo verde, l’Acea Rugby Perugia riparte il 13 febbraio

Dopo 30 giorni dall’ultima gara di campionato, l’Acea Rugby Perugia comincia a vedere segnali concreti per una ripartenza nel prossimo mese. Sono state infatti ufficializzate le date dei primi impegni. I biancorossi, facendo tutti gli scongiuri possibili, torneranno in campo il 13 febbraio tra le mura di casa per il recupero con Noceto, match che doveva disputarsi, pensate, lo scorso 7 novembre e che era stato inizialmente rimandato al 9 gennaio per una positività nella formazione emiliana. Poi la pausa per l’aumento dei contagi ha fatto slittare ancora la sfida.


Fonte: AS Comunicazione


La settimana successiva, precisamente il 20 febbraio, i ragazzi del duo Speziali-Fastellini saranno invece impegnati in trasferta nella capitale. Si gioca in casa della Capitolina in occasione dell’11esima giornata del torneo. E mentre la squadra continua ad allenarsi per prepararsi al meglio in vista della ripresa, il club perugino ne ha approfittato per fare visita ai propri sponsor. Mercoledì 19 gennaio, Riccardo Giovannini, estremo dell’Acea Perugia, ha consegnato la divisa da gioco a Marco Lollini, titolare di Visionottica Biessedue, partner della società biancorossa.

“È fondamentale riuscire ad avere un rapporto con gli sponsor – afferma Giovannini – Sapere che c’è qualcuno dietro che crede in noi, che ci finanzia e che ci dà visibilità, è molto importante”.

“Sosteniamo il rugby perché abbiamo una passione per gli sport di squadra che siano anche particolarmente formativi per gli atleti stessi. Quale sport migliore del rugby? – dice Lollini di Visionottica – Riuscire ad aiutare le associazioni e i gruppi sportivi che permettono ai ragazzi di conciliare l’attività in campo allo studio (come nel caso di Giovannini, ndr) credo sia molto importante”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*