Tentata truffa ai danni della mamma del sindaco di Amelia, Laura Pernazza

Tentata truffa ai danni della mamma del sindaco di Amelia, Laura Pernazza

Tentata truffa ai danni della mamma del sindaco di Amelia, Laura Pernazza

“Mia madre giovedì verso le ore 14 ha ricevuto una chiamata in cui un tizio spacciandosi per suo nipote le chiedeva di pagare un pacco di 400 euro ad un corriere che sarebbe arrivato da lì a poco”. A raccontarlo è la sindaca di Amelia, Laura Pernazza, che ha voluto informare dell’accaduto i concittadini con un post sui social, anche per metterli in guardia.


Fonte: Profilo Facebook Laura Pernazza, Sindaco di Amelia


La sindaca ha raccontato: “Quando mia madre ha detto che non aveva soldi contanti in casa, l’interlocutore ha replicato che il corriere avrebbe anche accettato dell’oro in cambio di soldi, a quel punto mia madre ha capito che si trattava di una telefonata molto strana e fortunatamente non ha abboccato all’inganno. Ho voluto raccontare a tutti questo episodio affinché si possano mettere in guardia tutte le persone anziane. Purtroppo le truffe ad anziani sono all’ordine del giorno e per questo insieme alla compagnia dei Carabinieri di Amelia stiamo programmando degli incontri con la popolazione affinché tutti possano essere più consapevoli di quello che questi delinquenti architettano a danno dei più deboli e soprattutto come ci si può difendere. State in guardia!”

Le segnalazioni di truffe sono purtroppo sempre molto frequenti. Tra le più riconoscibili c’è quella del falso incidente, con i malcapitati che vengono contattati comunicando finti incidenti stradali causati da congiunti, con richieste di denaro per evitare che questi incorrano in conseguenze gravi come l’arresto. Poi c’è anche quella dei falsi addetti di qualche azienda telefonica o elettrica che arrivano con la scusa di fare dei lavori, ma per evitare le l’oro si danneggi, invitano il malcapitato a raccoglierlo e metterlo in frigo. Poi distraggono l’anziano con qualche scusa, mentre un’altra persona apre il frigo e prende l’oro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*