Sono 103 gli anni della Frantoiana più anziana del mondo

 
Chiama o scrivi in redazione


Sono 103 gli anni della Frantoiana più anziana del mondo

Il Covid-19 è stato severo anche per un festeggiamento per una delle ultracentenarie di Ponte San Giovanni. Soltanto i più stretti familiari attorno a Donna Lidia Batta: il figlio Giovanni e la nuora Giuliana. Pranzo rigorosamente in famiglia e rigorosamente con prodotti dell’azienda, a partire dalla bruschetta, cui la signora è molto affezionata e giornalmente una fettina di pane e olio è nella sua dieta.

Che sia il pregiato olio prodotto dall’azienda di cui prima del figlio e dopo la morte prematura del marito è stata titolare a far bene alla salute insieme ovviamente all’ambiente circostante e all’aria buona che vi si respira grazie alle attenzioni rivolte agli olivi, ai prati e alla flora che circonda la storica casa di via San Girolamo.

La signora Lidia, classe giugno 1917, è  la più anziana frantoiana del mondo e ancora segue con passione e con attenzione i lavori che richiedono gli oliveti e la produzione dell’olio, uno dei primi al mondo secondo le valutazioni di esperti e della bacheca dell’azienda che si arricchisce ogni anno di più. E anche il 2020 è stato ricco di riconoscimenti e premi molto apprezzati dalla signora Lidia che vuole essere la prima a vederli e a trovare una posizione sulle capienti mensole dell’ufficio.

Ed è proprio di ieri, 13 giugno, la notizia che l’olio Batta è tra i vincitori del prestigioso concorso internazionale E.V.O./I.O.O.C. di Palmi in Puglia, premiazione avvenuta on line il cui simbolo sarà recapitato nei prossimi giorni all’azienda. /Gino Goti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*