Non sarà Wembley ma…dal Santa Giuliana tifo di Umbria Jazz per Azzurri [diretta streaming]

Maxi schermo e tricolore pronto, è il tifo per la nostra nazionale

 
Chiama o scrivi in redazione


Non sarà Wembley ma…dal Santa Giuliana tifo di Umbria Jazz per Azzurri

Da Milano a Palermo, passando per Roma e a Perugia per Umbria Jazz, si sono moltiplicati gli appelli per evitare incidenti, eccessi ed assembramenti in ottica anti-Covid, in occasione della finale di Euro 2020 fra Italia e Inghilterra, che si gioca stasera alle 21 allo stadio londinese di Wembley.

Insomma l’Italia, l’Europa e una bella parte del mondo che ama il calcio questa sera si fermerà per vedere chi sarà il team campione di Euro2020.

Il Santa Giuliana – sede del palco principale di Umbria Jazz – si è colorato di bianco rosso già dalle prime ore della sera. Chi è arrivato, o per cenare, o per assistere al concerto di Rava ed Hersch, lo ha fatto pondandosi dietro cappellini con scritto Italia oppure la bandiera tricolore.

  • Un bellissimo e sano nazionalismo che ha fatto risuonare, un po’ in ogni dove, l’Inno di Mameli, ma anche”Notti magiche” di Nannini e Bennato.

Un sogno che è a due passi, un obiettivo possibile, con una nazionale – la nostra – veloce e dotata di un bellissimo collettivo. Gli avversari – che se la giocano in casa – sono pericolosissimi, ma noi abbiamo eliminato la Spagna che doveva essere la vera nostra antagonista di questo europeo. I gironi, si sa, li fanno con “scrupolosa” attenzione e le due più forti delle eliminatorie si sono scontrate prima della finale.

La Gran Bretagna avrà pure inventato il calcio moderno, ma il football è destinato a “tornare a casa” – come in questi giorni auspicano a squarciagola i tifosi inglesi – anche se stasera a Wembley, nella finale degli Europei fra Italia e Inghilterra, a prevalere dovessero essere gli Azzurri. Lo ha sottolineato in un’ intervista a Times Radio l’ ambasciatore italiano a Londra, Raffaele Trombetta, che a Wembley (come a Wimbledon) ci sarà, ricordando come in fondo i nostri abbiamo “un palmares” decisamente superiore a livello di nazionali. “Abbiamo vinto 4 Coppe del Mondo e un Europeo”, ha notato Trombetta, quindi “anche se voi avete iniziato il calcio qui in Inghilterra, forse il gioco si è poi sviluppato meglio in altri Paesi, incluso il mio”.

Pressato ad azzardare un pronostico, l’ ambasciatore, napoletano doc, non ha potuto esimersi e – pur elogiando il talento mostrato finora dai Bianchi di Gareth Southgate, in particolare da Raheem Sterling – ha scommesso a dita incrociate su un 2 a 1 per la squadra di Roberto Mancini: affidandosi alla maggiore “esperienza” in questo tipo di finali. Riferendosi ai toni di “attesa ed euforia” che circondano l’ evento, ha comunque auspicato che l’ atmosfera sia di festa.

“Vogliamo celebrare con i nostri amici inglesi, in Inghilterra e in Italia”, ha assicurato, limitandosi a non transigere su un solo punto: gli sfottò sulla pizza all’ ananas tirati in ballo negli ultimi giorni dalla stampa popolare del Regno. Costretto a toccare l’ argomento dagli intervistatori Tom Newton Dunn e Isabel Hardman, ha chiarito che questa variante impazzita non rappresenta “in alcun modo il modo napoletano, o italiano, di fare e di mangiare la pizza”. Rivendicando semmai alla tradizionale Margherita il titolo incontrastato di pizza patriottica.

E siamo partiti subito male e siamo andati sotto di un gol.
Europei: Inghilterra-Italia 1-0, inglesi in vantaggio con Shaw dopo 3′

Inghilterra in vantaggio dopo 3′ contro l’Italia a Wembley. Gli inglesi sorprendono gli azzurri e Shaw al volo batte Donnarumma.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*