La cioccolateria di Norcia dona un uovo gigante al Serafico e non solo

 
Chiama o scrivi in redazione


La cioccolateria di Norcia dona un uovo gigante al Serafico e non solo
Uovo di Pasqua donato al Serafico

La cioccolateria di Norcia dona un uovo gigante al Serafico e non solo

Non solo il terremoto nel 2016, ma adesso ci si mette anche il Coronavirus a fare ancora più male a quella povera terra martoriata: la Valnerina. Seguendo la stessa strada dello scorso anno la Cioccolateria Vetusta Nursia, dopo la chiusura a causa di alcuni contagi all’interno dell’azienda, si è rimessa in moto prima della Pasqua. La titolare Arianna Verucci insieme alla figlia ha deciso di donare le uova di Pasqua ai bambini ricoverati all’ospedale di Terni, di Spoleto, di Foligno e di Perugia.

© Protetto da Copyright DMCA

Una solidarietà nella solidarietà. “Abbiamo pensato a chi è ricoverato – ha detto Arianna – e a chi sta peggio di noi, con mia figlia abbiamo deciso di seguire il percorso intrapreso l’anno scorso. Abbiamo deciso di mandare delle uova con una colazione per medici e infermieri dell’ambulatorio di pediatria di Spoleto, Foligno, Terni e Perugia. In quest’ultima città anche all’oncologico”.

Arianna si fa coraggio e continua il suo lavoro, nonostante il Covid le abbia tolto un po’ di forze. Dopo la quarantena forzata la scorsa settimana è tornata al lavoro. Tra le tante donazioni c’è anche quello del Serafico di Assisi. “Abbiamo fatto un uovo da 30 chili che ogni anno doniamo all’istituto”. Con la scritta “Lo sconfiggeremo (riferito al Coronavirus) e torneremo a riabbracciarci”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*