I progetti di vita indipendente, a Perugia, proseguono per tutto il 2020

 
Chiama o scrivi in redazione


I progetti di vita indipendente, a Perugia, proseguono per tutto il 2020

I progetti di vita indipendente, a Perugia, proseguono per tutto il 2020

L’Amministrazione comunale, su proposta dell’assessore alle politiche sociali Edi Cicchi, ha deciso di far proseguire i progetti di vita indipendente, finanziati dal POR FSE-Umbria 2014-2020, fino al 31 dicembre 2020, utilizzando le risorse, per oltre 300mila euro, provenienti dal Prina, ossia il fondo per la non autosufficienza.

Questa decisione fa seguito ad una serie di provvedimenti, di carattere internazionale, nazionale e locale, volti a promuovere il mantenimento a domicilio delle persone con disabilità, tramite erogazione diretta dei servizi e favorendo l’ampliamento dell’offerta di supporto alla domiciliarità con specifici progetti sperimentali di sostegno alla vita indipendente.

Il quadro di riconoscimento dei diritti fondamentali delle persone con disabilità è stato previsto nella convenzione internazionale Onu, approvata dall’Assemblea generale nel 2006. A tale atto sono seguiti, in attuazione dell’indirizzo, il decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali del 2015 di adozione delle linee guida e la Dgr della Regione Umbria del 2017 con cui sono state approvate le linee guida in materia di vita indipendente delle persone con disabilità.

A tali indirizzi generali è stata data attuazione con diversi interventi volti alla sperimentazione dei progetti di vita indipendente, in  virtù di due avvisi, il primo (per 30 beneficiari) del 15 gennaio 2018, il secondo (per 10 utenti) del 14 aprile 2019.

Essendo in via di conclusione la sperimentazione dei progetti di via indipendente a valere sul POR FSE 2014-2020, l’Amministrazione ha quindi richiesto la possibilità di procedere con la prosecuzione degli stessi utilizzando le risorse del Prina.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*