Sostenere centri sociali e circoli ricreativi per evitare perdita patrimonio inestimabile

 
Chiama o scrivi in redazione


Sostenere centri sociali e circoli ricreativi per evitare perdita patrimonio inestimabile

Sostenere centri sociali e circoli ricreativi per evitare perdita patrimonio inestimabile

“Serve un impegno deciso e chiaro da parte della Regione per il sostegno dei centri sociali e dei circoli ricreativi culturali, un patrimonio di presidio sul territorio di inestimabile valore, che con la pandemia rischia di perdersi”. Così Simona Meloni (Pd-vice presidente Assemblea legislativa) che sottolinea come “la situazione, creatasi in conseguenza dell’emergenza sanitaria, rischia di cancellarne presenza e funzione”.

“L’associazionismo – spiega Meloni – è un mondo variegato, fatto di aggregazione, di passione e di professionalità, ben presente e radicato nel tessuto sociale della nostra società, anche attraverso un patrimonio architettonico affatto secondario. Se le attività della ristorazione, in difficoltà – osserva – , hanno poi potuto accedere ai ristori, i circoli non possono accedere a questi fondi. Sarebbe opportuno, dunque, che la la Giunta regionale si facesse portavoce di una richiesta al Governo, affinché queste realtà possano essere in qualche modo sostenute. La Regione – continua la consigliera Dem – potrebbe anche stanziare risorse proprie, alla luce del fatto che la perdita di questo patrimonio potrebbe essere una grave perdita anche a livello culturale, oltre a quella occupazionale”.

“Il supporto – prosegue Meloni – potrebbe anche andare anche nell’ottica di sostegno agli Enti locali, in grado di organizzare forme di sostegno. In Umbria non tutti i Comuni sono infatti in grado di sostenere, con risorse di bilancio proprie, queste realtà, che invece – conclude – rappresentano un punto di aggregazione importante e che dovranno ripartire, seguendo ovviamente tutte le normative di sicurezza anticovid”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*