Regione: Meloni interroga su contributi attività sportive

 
Chiama o scrivi in redazione


Umbria, riapertura delle palestre e risorse regionali per rilanciare lo sport

Regione: Meloni interroga su contributi attività sportive

Nel corso del question time odierno, il consigliere Simona Meloni (Pd) ha interrogato l’assessore Paola Agabiti per sapere se la Giunta “intende prorogare i termini ed allargare la platea di accesso al contributo previsto nell’avviso pubblico ‘Avviso ristori associazioni e società sportive dilettantistiche misure straordinarie ed urgenti connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19’ consentendo così anche alle numerosissime associazioni e società sportive della nostra regione, che non hanno il settore giovanile, oggi tagliate fuori, di beneficiare del contributo, o se in alternativa intende stanziare ulteriori risorse per sostenere le realtà escluse”.

Illustrando l’atto in Aula Meloni ha spiegato che “per le associazioni dilettantistiche la chiusura protratta degli impianti, spesso gestiti in forma diretta, ha significato un drastico calo delle iscrizioni, dei contributi volontari e delle sponsorizzazioni legate agli eventi, dovendo comunque sostenere gran parte degli oneri della gestione ordinaria onde evitare il deperimento strutturale oltre alle spese fisse relative alle utenze. Molte di queste associazioni non sono di fatto più in grado di affrontare le conseguenze della pandemia senza un diretto e considerevole sostegno finanziario da parte delle Istituzioni, senza il quale la prospettiva risulta essere la chiusura definitiva dell’attività. Il bando regionale aveva una prima scadenza al 24 giugno e sono pervenute solo 70 domande. Auspicavo la proroga dei termini e l’allargamento della platea dei beneficiari e da una verifica effettuata, il termine è stato prorogato al 24 agosto e le domande presentate sono già circa 200. L’invito è dunque di continuare a supportare il mondo dello sport, prevedendo voucher per le famiglie per agevolare la ripresa dell’attività per i ragazzi che tanto hanno patito a causa del Covid”.

L’assessore Paola Agabiti ha risposto spiegando che “a causa della Pandemia molte attività sportive si sono interrotte. Nel corso del 2020 sono stati attivati strumenti di accesso al credito e contributi a fondo perduto per adeguare le strutture alle normative. Con il protrarsi dell’emergenza, la Giunta ha assegnato 2milioni 150mila euro alle associazioni e alle società sportive dilettantistiche operanti in Umbria la cui attività sia stata ridotta a causa di provvedimenti nazionali o regionali. Insieme al Coni abbiamo individuato criteri e modalità per rendere il contributo più aderente alle necessità del mondo dello sport. È stato inserito, ad esempio, il requisito della presenza di un settore giovanile, che esiste in circa 1400 delle 1800 associazioni registrate. Il termine delle domande è stato prorogato proprio per dare più tempo alle associazioni”. Meloni ha ringraziato l’assessore per aver prorogato i termini “consentendo a molte più associazioni di aderire al bando”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*