Radici culturali dell’Europa, ne parla Moni Ovadia alla stranieri

 
Chiama o scrivi in redazione


Radici culturali dell'Europa, ne parla Moni Ovadia alla stranieri

Radici culturali dell’Europa, ne parla Moni Ovadia alla stranieri

Salomone ‘Moni’ Ovadia sarà il prossimo discussant del ciclo di incontri che il Laboratorio “Perugia Globale” diretto da Mario Giro ha in programma sino alla primavera 2020.

Cantante, musicista, attore, scrittore, autore di testi e sceneggiature, Ovadia è artista e intellettuale a tutto tondo, impegnato sin dal tempo della frequentazione universitaria al recupero e alla rielaborazione del patrimonio artistico, letterario, religioso e musicale degli ebrei dell’Europa Orientale.

E proprio la ‘prospettiva ebraica’ sul vecchio continente e sulle sue problematicità di oggi e di ieri sarà il focus dell’intervento dell’artista di origine bulgara; lettura imprescindibile per un approccio all’analisi storica e sociologica dell’Europa, in momento in cui alle divergenze di policy si sommano in essa pericolose istanze pseudorazziali.

L’incontro, ad accesso libero e gratuito per gli studenti dell’Ateneo e per la cittadinanza è in programma il prossimo martedì 3 dicembre, alle ore 16:00, presso la Sala Goldoni di Palazzo Gallenga, sede dell’Università per Stranieri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*