Galleria Forca di Cerro, lavori doppio turno e riapertura in 2 – 3 settimane

tutto questo per ridurre al minimo i lavori

Galleria Forca di Cerro, lavori doppio turno e riapertura in 2 - 3 settimane

Galleria Forca di Cerro, lavori doppio turno e riapertura in 2 – 3 settimane

Per ridurre al minimo il tempo di esecuzione, i lavori previsti nella Galleria Forca di Cerro per la prossima metà del mese di settembre, saranno svolti con doppio turno, consentendo il completamento al massimo in circa 2 -3 settimane. E’ quanto ha concordato l’Assessorato regionale alla viabilità con Anas che ha programmato due importanti interventi di manutenzione per il miglioramento della sicurezza e del livello di servizio della Galleria lungo la strada statale 685 che collega la Valnerina con lo Spoletino.

Il primo intervento riguarda il risanamento profondo della pavimentazione stradale ammalorata su un tratto più ampio della SS685 che comprende anche il tunnel, per un investimento complessivi di 5,5 milioni di euro. Il secondo intervento riguarda invece l’adeguamento degli impianti tecnologici agli standard di sicurezza di ultima generazione che renderanno, anche se ancora non previsto normativamente per il tipo di strada, il livello di sicurezza per il transito all’interno del tunnel pari a quello previsto per i tunnel della rete transeuropea. Per questo intervento l’investimento complessivo è di circa 6 milioni di euro.

Per consentire l’esecuzione dei lavori di risanamento della pavimentazione, Anas ha ribadito la necessità della chiusura temporanea della galleria, in quanto le lavorazioni non sono compatibili con il transito dei veicoli all’interno del tunnel. Per ridurre al minimo il tempo di esecuzione, i lavori saranno svolti con doppio turno, consentendo il completamento al massimo in circa 2 -3 settimane.

L’esecuzione intermittente in finestre di due ore infatti non è tecnicamente perseguibile in quanto tale lasso di tempo non sarebbe sufficiente nemmeno per il montaggio e lo smontaggio della segnaletica di cantiere e di preavviso.

Inoltre, trattandosi di risanamento del corpo stradale e non di semplice ripristino localizzato, le lavorazioni comprendono una fase preliminare di demolizione della pavimentazione esistente che rende tecnicamente impossibile ipotizzare il ripristino della transitabilità del tunnel dopo una breve sessione di lavoro. L’avvio degli interventi, previsto per il mese di giugno, è stato procrastinato a settembre per aderire alle richieste degli enti locali e non influire negativamente sui flussi di traffico turistici che in estate interessano la zona.

In relazione all’urgenza, all’improcrastinabilità degli interventi e alla tipologia di lavori, eseguibili con condizioni metereologiche favorevoli, non risulta possibile prevedere un ulteriore slittamento della loro esecuzione al periodo invernale.  A seguire, saranno avviati i lavori di adeguamento degli impianti tecnologici agli standard di sicurezza di ultima generazione del tunnel.

Anche in questo caso i lavori non sono compatibili con il transito dei veicoli ma, considerando che i lavori saranno svolti all’interno del tunnel, per ridurre al minimo i disagi al traffico Anas, ha previsto lavorazioni esclusivamente notturne, lasciando la galleria totalmente transitabile in orario diurno.

Inoltre, per agevolare il transito dei flussi turistici, la chiusura non sarà attiva nelle notti di sabato e domenica, salvo particolari esigenze di cantiere. L’avvio di questo intervento è previsto nel mese di ottobre e la durata è stimata in circa un anno dall’avvio. I lavori di manutenzione programmata della galleria “Forca di Cerro” rientrano nell’ambito del piano di manutenzione della rete Anas in Umbria avviato negli ultimi anni da Anas per un valore complessivo di oltre 860 milioni di euro tra lavori ultimati, in corso e di prossimo avvio.

Gli interventi riguardano soprattutto il risanamento profondo della pavimentazione, la manutenzione di ponti e viadotti, la sostituzione delle barriere di sicurezza e l’ammodernamento degli impianti in galleria. Nell’ambito del piano, dal 2018 a oggi Anas ha completato 94 interventi per un valore complessivo di oltre 245 milioni di euro.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*