Ameria Festival, Consegna Premio Barbarossa ad Antonio Tajani

Ameria Festival, Consegna Premio Barbarossa ad Antonio Tajani

Ameria Festival, Consegna Premio Barbarossa ad Antonio Tajani Una serata ricca di emozioni, all’insegna della celebrazione dei grandi valori culturali, sociali e storici europei. Venerdì sera, al Teatro Sociale di Amelia (Tr) si è svolto uno degli  appuntamenti più attesi della rassegna Ameria Festival: la consegna del XXIII Premio Barbarossa. La cerimonia ha avuto luogo nel corso dell’evento  che ha visto protagoniste l’Orchestra Sinfonica Europa Musica e l’Istituzione Corale Romana dirette da Renzo Renzi, che si sono esibite nel concerto “La musique du ciel”, eseguendo capolavori della musica sacra francese.

Il Premio Barbarossa è stato consegnato dal presidente della Società Teatrale, Riccardo Romagnoli e dal sindaco di Amelia, Laura Pernazza, al presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani. Romagnoli prima di consegnare il premio a Tajani, ha ricordato che “il premio Barbarossa è stato istituito nel 1995 per onorare con una targa d’argento coloro che nei campi dell’arte, della scienza, dello spettacolo, della comunicazione, delle istituzioni, abbiano dato lustro ai valori della nostra tradizione civile, morale e culturale”. Nelle passate edizioni il prestigioso riconoscimento è stato attribuito ad illustri personaggi come i compositori Goffredo Petrassi e Franco Mannino, l’architetto Paolo Portoghesi, gli attori Giorgio Albertazzi, Elsa De Giorgi, Gigi Proietti e Terence Hill, i giornalisti Giovanni Minoli e Roberto Napoletano, i musicisti Bruno Canino e Uto Ughi

“Si è deliberato di assegnare il premio 2018 – ha detto Romagnoli durante la cerimonia – al Presidente del Parlamento Europeo  Antonio Tajani, per l’eccezionale, costante impegno profuso al servizio delle istituzioni europee, per le quali si è concretamente prodigato per l’affermazione e il consolidamento dei principi di libertà e di pacifico sviluppo culturale, economico e sociale a cui indissolubilmente si ispira l’idea comunitaria”.

Antonio Tajani, nel ricevere la targa ha ringraziato di cuore la città di Amelia e il Teatro sociale “per quello che ha rappresentato, rappresenta e rappresenterà”.

“Grazie – ha aggiunto Tajani – per avere sottolineato la nostra identità europea. Spesso non ne parliamo, pensiamo che l’Europa siano la Banca Centrale, la burocrazia. Ma l’Europa è la nostra storia, la nostra civiltà. Siamo buoni europei perché siamo buoni italiani. L’Europa deve molto  all’Italia, a Dante Alighieri, ai tanti contributi che hanno dato gli italiani che sono emigrati all’estero, a tutti coloro che sono andati a lavorare nelle miniere in Belgio e in Lussemburgo , a quegli italiani che hanno sacrificato le loro vite per la libertà, eroi grandi e piccoli, conosciuti e sconosciuti. In tutto questo sta la nostra identità”.

“Vorrei dedicare questo premio – ha proseguito Tajani – alla mia famiglia. Mio padre è vissuto e morto da soldato. E’ stato lui il primo a darmi una visione internazionale. Quando sono arrivato a Parigi, dove lui era stato trasferito alla Nato, avevo 6 mesi. Fin da piccolo l’ho sentito parlare in lingue diverse, l’ho visto incontrare uomini e donne di altri paesi. Questo è stato per me un modo per aprirmi nuove finestre. Mia madre –  ha aggiunto – era una professoressa di latino e greco, è stata lei ad insegnarmi che cosa è la nostra identità. Entrambi i miei genitori mi hanno trasmesso i valori, senza i quali, nella vita, non si va da nessuna parte. Senza valori non si vince nessuna battaglia, non si raggiungono obiettivi, se non si crede nei valori  si è destinati a perdere. Dedico questo premio anche alla mia famiglia attuale, a mia moglie e ai miei figli perché mi hanno supportato, permettendomi di realizzare ciò che ho fatto nella mia vita cercando di rendere servizio ai cittadini,  mettendocela sempre  tutta. Ho sempre creduto in ciò che faccio e continuerò a crederci”.

Il sindaco di Amelia, Laura Pernazza, ha ringraziato Antonio Tajani e tutte le autorità civili e militari presenti.

“Per noi è un grande onore avere qui stasera Antonio Tajani – ha detto il sindaco – E’ un evento storico per il Comune di Amelia in quanto è la prima volta che ospitiamo un Presidente del Parlamento Europeo”. Pernazza ha sottolineato la grande vicinanza di Tajani  non solo alla città di Amelia, ma anche all’Umbria e a tutto il Centro Italia. “Vorrei ricordare – ha aggiunto –  l’impegno che Tajani ha profuso per le Acciaierie di Terni quando era Commissario all’Industria, il suo impegno per le zone terremotate per le quali sono stati stanziati due miliardi di euro, lo stanziamento più elevato per le calamità naturali effettuato da quando  esiste il Parlamento Europeo”.

Nel corso della serata il giornalista Rai, Marco Frittella, ha intervistato Tajani sull’Europa e sull’attuale situazione politica e il presidente della Ternana, Stefano Ranucci, ha consegnato al presidente del Parlamento Europeo la maglia ufficiale rossoverde.

A conclusione dell’evento, le note dell’Orchestra Sinfonica Europa Musica e dell’Istituzione Corale Romana.

Gli appuntamenti di Ameria Festival proseguiranno questa sera, sabato 27 ottobre, alle 20 e 30, al Teatro Sociale con l’atteso concerto della Banda musicale dell’Arma dei Carabinieri diretta da Massimo Martinelli.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
17 − 8 =