Vax day in Umbria, tutto esaurito per la prima giornata

Vax day in Umbria, tutto esaurito per la prima giornata

Tutto esaurito per il Vax day in Umbria nella giornata di domenica. Adesione al 100% dei 5.387 i vulnerabili contattati nei giorni scorsi dalla Regione per anticipare la vaccinazione prenotata per giugno. Dei 5.387 che ieri hanno ricevuto la prima dose di Pfitzer, 2.803 sono donne mentre 2.584 uomini. Obiettivo della giornata è quello di accelerare almeno di un mese l’immunizzazione di 11.246 soggetti estremamente vulnerabili. Si tratta di persone a cui è stato anticipato l’appuntamento originariamente fissato nelle prime due settimane di giugno. Domenica prossima di replicherà con un’altra giornata di vax day.

“Visto il successo ottenuto nella giornata del 25 aprile rivolta agli over 80 abbiamo deciso di replicare con i soggetti vulnerabili che si erano prenotati per giugno e i quali saranno quindi anticipati e vaccinati con Pfizer durante queste due giornate” ha spiegato l’assessore regionale alla Salute Luca Coletto in fase di presentazione dell’iniziativa. “La Regione – ha proseguito l’assessore – conta così di arrivare a fine maggio ad aver vaccinato, almeno con una dose, circa il 90% di questa categoria più a rischio”.

Sono stati 3.146 i cittadini residenti nel territorio dell’Usl Umbria 1 che si sono vaccinato in occasione del primo “Vaccine Day” di maggio. Nello specifico 325 persone vaccinate nel distretto dell’Alto Chiascio (presso il cva di Gubbio), 491 in Alto Tevere (cds Umbertide, cva Trestina e centro salute Città di Castello), 394 nell’Assisano (Umbria Fiere), 327 nel Trasimeno (centro Emanuele Petri, cva Tavernelle), 439 nella Media Valle del Tevere (sedi vaccinali di Marsciano e Todi), 1.170 nel Perugino (struttura Ponte D’Oddi, palazzetto San Mariano, palasport Torgiano e Solomeo). Domenica prossima, 16 maggio, altri 3.418 cittadini, prenotati nelle ultime due settimane del mese di giugno, saranno vaccinati in occasione del secondo Vaccine Day programmato a maggio e sempre dedicato ai fragili.

A Terni sono state inoculate 726 dosi, a Foligno 518, a Spoleto 320, a Narni 199, ad Amelia 239, ad Orvieto 230, a Norcia, nel distretto Valnerina, 109. “Il Vax Day – spiega il direttore generale dell’Azienda Usl Umbria 2 dr. Massimo De Fino – è un evento di fondamentale importanza per imprimere una svolta nella lotta al virus e per il ritorno alla normalità. Un appuntamento che conferma ancora una volta l’attenzione e il grande impegno organizzativo e professionale messo in campo dalla Regione dell’Umbria, dall’ assessorato dalla Sanità, dalla direzione regionale, dalla task force e dagli operatori delle aziende sanitarie ed ospedaliere, impegnati in prima linea per vaccinare, in tempi rapidi, un numero sempre maggiore di cittadini. Nel giro di pochi giorni avremo protetto dall’infezione la platea degli anziani e dei soggetti più fragili e, grazie ad una maggiore capacità di approvvigionamento delle dosi, saremo in grado di passare allo step successivo della vaccinazione di massa per raggiungere, in tempi ragionevoli, l’immunizzazione di popolo. Siamo nella fase decisiva della lotta al virus – prosegue il manager sanitario – la curva dei contagi è in costante, seppur lenta, discesa, nel contempo stiamo accelerando sulla campagna vaccinale. Da qui l’ennesimo appello alla popolazione a collaborare ed essere parte attiva di questo sforzo comune: non abbassare la guardia, massima attenzione e rigoroso rispetto delle semplici misure anticontagio. Solo così potremo lasciarci alle spalle questo lungo e difficile periodo. Il nostro impegno prosegue senza sosta, in questi giorni – rende noto il dottor De Fino –  siamo allestendo anche gli ultimi due centri vaccinali aziendali previsti nel programma che verranno attivati entro il mese di maggio a Spello e a Fabro. Vorrei infine rivolgere un sentito ringraziamento ai nostri team vaccinali – conclude il direttore generale dell’Azienda Usl Umbria 2 Massimo De Fino – alle nostre strutture territoriali, alla Protezione Civile, ai volontari delle associazioni i e ai militari dell’Esercito Italiano che stanno collaborando con noi in tutte le postazioni in questo giorno di festa”.

IL CAOS DELLE SECONDE DOSI
In fila per la seconda dose di vaccino, ma senza vaccino disponibile. E’ quanto accaduto ieri mattina a diverse persone, giunte anche da Perugia fino all’hub di Città di Castello, alla palestra del Salviani, per ricevere il secondo vaccino. Le dosi, pero, per tutti non c’erano. Cosa è successo? Sembra che il sistema di convocazione della Usl Umbria 1 avesse rinviato al 10 e 11 maggio, 120 somministrazioni di seconde dosi ad altrettante persone che inizialmente erano state convocate per ieri. Alcuni di loro non avrebbero però ricevuto il messaggio o preso visione dell’sms e si sono presentati, pur essendo stati cancellati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*