Vaccini a ultraottantenni obiettivo nuovo piano Umbria

Anticipati ad aprile appuntamenti previsti per maggio

 
Chiama o scrivi in redazione


Vaccini a ultraottantenni obiettivo nuovo piano Umbria

Vaccini a ultraottantenni obiettivo nuovo piano Umbria

Completare la vaccinazione per il Covid degli ultraottantenni è uno degli obiettivi del nuovo piano adottato dalla Regione Umbria. Illustrato in una conferenza stampa con la presidente della Regione Donatella Tesei e l” assessore Luca Coletto. Il commissario per l” emergenza Covid Massimo D” Angelo ha spiegato che per gli ultraottantenni “si è provveduto ad anticipare ad aprile gli appuntamenti fissati per maggio”.

© Protetto da Copyright DMCA

Ad oggi – ha aggiunto – su 8.700 soggetti interessati hanno anticipato circa 4 mila”. “Un” ulteriore azione che vogliamo adottare – ha detto ancora D” Angelo – è promuovere la vaccinazione di quegli ultraottantenni che non hanno aderito alla campagna“.

“Noi abbiamo sempre seguito le linee guida nazionali dei vari piani vaccinali – ha sottolineato Tesei – e nel momento in cui oggi con il nuovo Governo e il nuovo commissario sono cambiate, andando a evidenziare la necessità di procedere per fasce d” età, tranne quelle categorie individuate prima e mantenute, siamo qui per illustrarle e poterne prendere conoscenza”.

Dal primo aprile partiranno in Umbria le prenotazioni e le vaccinazioni anti Covid per fragili e persone della fascia 70-79 anni, mentre proseguirà il completamento degli ultraottantenni. Lo prevede il nuovo piano vaccinale della Regione Umbria illustrato dal commissario per l” emergenza Covid Massimo D” Angelo.

Entro maggio – è stato annunciato – è previsto il completamento della somministrazione della prima dose. Entro giugno, invece, sarà completata la seconda dose per i fragili. Entro agosto, inoltre, ci sarà la conclusione della seconda dose per la categoria 70-79 anni. Successivamente si passerà alla categoria 60-69 e poi al resto della popolazione, seguendo il criterio delle fasce di età. Nel piano è prevista l” attivazione anche di ulteriori punti vaccinali territoriali e l” ampliamento dei team vaccinali “dove possibile, per garantire l” intervento di prossimità” ha commentato D” Angelo.

Al momento sono 17 i punti vaccinali territoriali con 33 team con capacità di quasi 4 mila somministrazioni al giorno. Saranno ampliati anche gli orari dei punti vaccinali ospedalieri, con turni pomeridiani. “Se arriveranno altri vaccini, specialmente monodose, tutti questi tempi saranno anticipati” ha concluso D” Angelo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*