Usl Umbria 2 e sistemi d’avanguardia per la formazione a distanza

Usl Umbria 2 e sistemi d’avanguardia per la formazione a distanza, necessaria una forte implementazione dei sistemi tecnologici

Usl Umbria 2 e sistemi d’avanguardia per la formazione a distanza

La lunga fase pandemica ha reso necessaria una forte implementazione dei sistemi tecnologici per promuovere e consentire la formazione a distanza del personale sanitario, amministrativo e tecnico dipendente e convenzionato dell’Azienda Usl Umbria 2.


Fonte AZIENDA USL UMBRIA 2


Le aziende sanitarie di Umbria e Toscana, negli ultimi 18 mesi, hanno adottato le piattaforme #GoToMeeting, #GoToWebinar e #GoToTraining per svolgere la formazione aziendale interna e corsi rivolti ai medici di base, agli operatori socio sanitari e a tutte le figure del mondo sanitario che hanno avuto un ruolo determinante durante l’emergenza pandemica.

Grazie all’utilizzo dei nuovi sistemi informatici acquisiti dall’Azienda Usl Umbria 2, la diffusione della conoscenza delle strategie e delle indicazioni per contrastare il Covid-19 ha coinvolto migliaia di professionisti che hanno potuto seguire gli eventi formativi a distanza, in totale sicurezza e nel pieno rispetto delle rigorose misure anticontagio.

L’azienda sanitaria ha così compiuto un significativo passo in avanti nel settore dell’innovazione tecnologica e le piattaforme per la formazione a distanza rappresentano oggi un elemento qualificante che si affianca al potenziamento dei sistemi digitali di telemedicina, telerefertazione, prenotazione, consultazione dei dati, informazione e comunicazione.

Nei giorni scorsi si è svolto a Firenze il #DigitalTrainingDay, organizzato da #Smartech s.r.l in collaborazione con #LogMeiN, che ha visto la presenza di professionisti delle Asl di Toscana ed Umbria – l’Azienda Usl Umbria 2 era rappresentata dal tutor del servizio Formazione Paolo Sgrigna e dall’esperto di sistemi informatici Luca Molari –  impegnati nel workgroup online che Smartech ha creato nella fase di emergenza sanitaria per coordinare le attività di utilizzo e gestione delle piattaforme #GoTo.

Questo importante progetto di innovazione tecnologica, fortemente promosso dalla direzione strategica aziendale, si è realizzato grazie ad una sinergica e proficua collaborazione tra vari servizi, in particolare quello della Formazione diretto dalla dott.ssa Maria Stefania Gallina prima e dal dott. Alessandro Francia poi e quello Informatico e delle Telecomunicazioni diretto dall’ing. Alessio Cicioni.

 

Nel corso del #DigitalTrainingDay di Firenze sono stati illustrati il consuntivo delle attività della formazione a distanza, la sperimentazione di didattica svolta direttamente dalla sala operatoria #GoToSurgicalRoom e la formazione ibrida, una nuova sfida che attende il sistema sanitario nel 2022.

 

“I numeri emersi dal consuntivo presentato dalle varie Aziende Sanitarie – spiega il dott. Paolo Sgrigna che, nel corso dell’incontro ha ricevuto un importante riconoscimento –  sono stati veramente inaspettati, si sono evidenziate attività di formazione a distanza con numeri molto importanti e con una percentuale altissima di gradimento da parte degli utenti interessati”.

 

I nuovi temi della formazione ibrida e della realizzazione di un’aula didattica ibrida sono stati approfonditi da esperti che hanno illustrato la soluzione tecnica adottata da MIB Trieste School of Economic, sperimentazioni d’avanguardia sono state portate all’attenzione dei partecipanti anche per il #GoToSurgicalRoom.

 

Nella seconda parte dell’evento sono stati conferiti riconoscimenti agli uffici Formazione delle Aziende Sanitarie presenti e ai singoli operatori che si sono distinti per professionalità e competenza nell’adozione e nella gestione delle piattaforme #GoTo.

 

Il direttore generale dell’Azienda Usl Umbria 2 dott. Massimo De Fino, esprimendo soddisfazione per il lavoro di squadra che ha consentito la formazione e l’addestramento di migliaia di professionisti della salute durante l’evento pandemico, ha spiegato che “il percorso è ormai tracciato e, grazie all’indubbio salto di qualità compiuto negli ultimi 18 mesi, l’innovazione tecnologica al servizio del cittadino e degli operatori del sistema sanitario regionale è una realtà consolidata, un patrimonio su cui l’azienda continuerà ad investite risorse e impiegare professionalità per affrontare da protagonista le sfide della modernità”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*