Una giornata per la Festa dei camici bianchi a Terni

 
Chiama o scrivi in redazione


Una giornata per la Festa dei camici bianchi a Terni

Una giornata per la Festa dei camici bianchi a Terni

Il capogruppo di Terni Civica Michele Rossi ha presentato un atto di indirizzo che chiede che il comune di Terni aderisca  e sostenga la proposta di istituire la giornata nazionale della Festa dei Camici Bianchi, dedicata a tutto il personale sanitario. Una giornata che vuole essere un ringraziamento per il tanto impegno profuso nella emergenza Covid 19, un sacrificio che ha visto peraltro il decesso di quasi 140 medici e 37 infermieri.

L’atto di indirizzo premette che “in questa pandemia il personale sanitario nazionale si sta battendo giorno dopo giorno contro il Covid-19 mettendo a rischio la propria salute, per garantire quella di tutti; che è sentimento comune ringraziare tutto il personale sanitario e ricordare coloro che si sono ammalati o hanno perso la vita in questa pandemia: medici, infermieri, farmacisti e le persone che assicurano l’igiene negli ospedali. che è stata lanciata nei giorni scorsi una iniziativa pubblica di raccolta firme, promossa dalla Siae attraverso il suo presidente Giulio Rapetti in arte Mogol e dal regista Ferzan Ozpetek per individuare istituire dal prossimo 20 febbraio: è il giorno in cui la dottoressa Annalisa Malara, anestesista dell’ospedale di Codogno, ha individuato il cosiddetto  paziente uno in Italia;  che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ufficialmente manifestato il proprio apprezzamento così come la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati”.

Per l’atto presentato da Michele Rossi l’adesione del Consiglio Comunale di Terni ha un forte valore simbolico e si chiede l’impegno del sindaco e della giunta  “a recepire la volontà del Consiglio Comunale di Terni di aderire alla proposta d’istituzione di una giornata nazionale dedicata cosi come argomentato in questo atto, e a trasmettere tale adesione ai proponenti nazionali e a tutti i soggetti istituzionali coinvolti”. La competenza della istituzione della festa, riporta sempre l’atto, è del Parlamento e del Governo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*