Umbria, maggior numero dosi vaccino covid somministrate a over 80

 
Chiama o scrivi in redazione


Umbria, maggior numero dosi vaccino somministrate a over 80

Umbria, maggior numero dosi vaccino covid somministrate a over 80

Gli ultraottantenni continuano a essere la categoria ad avere ricevuto il maggior numero di dosi di vaccini contro il Covid in Umbria, 77.855. Emerge dai dati aggiornati a sabato mattina dal Ministero della Sanità.

In Umbria il 31,99 per cento degli ultraottantenni (27.644 soggetti) ha ricevuto le due dosi di vaccino anti Covid previste per l’immunizzazione (38.79 la media nazionale). Su una popolazione complessiva di questa fascia d’età indicata in 86 mila 402 persone, 55.068. il 63,73%, ha ricevuto la prima dose (68,2% a livello italiano). Riguardo alla fascia 70-79 anni, su 96.920 soggetti, 5.805, il 5,99%, hanno ricevuto la prima dose (19,89% il dato nazionale) e 1.341, l’1,38% (2,48 la media) entrambe.

Superiore alla media nazionale è invece il dato delle vaccinazioni tra gli ospiti delle Rsa, il 96 per cento del totale mentre dato italiano è del 91,25 per la prima dose (4.603 persone su 4.795) e il 82,82% (75,53) prima e seconda (3.971).

Dati migliori di quelli italiani, in Umbria, anche per il personale sanitario. Su una platea indicata sempre sul sito del Governo in 27.034 aventi diritto, 25.104 hanno ricevuto la prima dose di vaccino, il 92,86% contro la media italiana del 91,63, e 20,867 entrambe, il 77,19% (75,29). Riguardo al personale scolastico su una ‘popolazione’ indicata in 27.994 persone sono stati vaccinati con la prima dose 18.788, il 67,11% (72,13% il dato italiano) e 160, 0,57%, entrambe (0,95).

Complessivamente nella regione sono state somministrate 178.260 dosi sulle 231.835 finora consegnate, cioè il 76.9%. Agli operatori sanitari e sociosanitari sono andate 45.971 dosi, al personale scolastico 18.948, alla categoria indicata come ‘altro’ 16.164, agli ospiti delle strutture residenziali 8.574, al personale non sanitario 7.350 e alle forze armate 3.398.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*