Terni, progetto di inclusione per persone affette da disturbo dello spettro autistico

 
Chiama o scrivi in redazione


terni progetto

Terni, progetto di inclusione per persone affette da disturbo dello spettro autistico

Il Servizio di Neuropsichiatria Infantile e dell’Adolescenza dell’Azienda Umbria 2 diretto dal professor Augusto Pasini promuove, in collaborazione con il Centro Diurno “Baobab”, una campagna di sensibilizzazione per l’accoglienza in pubblici esercizi di persone che soffrono di un Disturbo dello Spettro Autistico, delle loro famiglie e dei caregiver, per favorire consapevolezza e integrazione. L’iniziativa si avvale del patrocinio dell’associazione di volontariato “I Pagliacci“, che dal 2009 è presente con attività di solidarietà e beneficenza e del supporto di Confartigianato, Confesercenti e Confcommercio di Terni.

“In Italia i Disturbi delle Spettro Autistico – spiega il prof. Pasini – colpiscono un bambino su 77, diventa pertanto indispensabile aumentare la consapevolezza sul tema e promuovere un maggior impegno da parte della società”. Per l’occasione è stata redatta una brochure le cui indicazioni costituiscono un riferimento per tutti i lavoratori che a vario titolo si trovano ad interagire con persone affette da autismo.

Il materiale informativo verrà inviato a tutti gli esercizi commerciali e artigianali per promuovere nel nostro territorio un sistema accessibile ed inclusivo dove tutti hanno la possibilità di crescere, scoprire e favorire la propria autodeterminazione.

Il direttore di Confesercenti Daniele Stellati, sostiene con convizione questo progetto “che ha il compito di rendere – spiega – i nostri imprenditori consapevoli su come gestire soggetti con tali fragilità e che, seppur con difficoltà, possono e devono condurre una vita non troppo diversa da quella dei loro coetanei”. “Questi ragazzi – prosegue Stellati – hanno bisogno, ancora più degli altri, di luoghi in cui l’accoglienza deve diventare un principio fondamentale. Viviamo in un tempo in cui, spesso, l’esclusione, l’indifferenza e la mancanza di punti di riferimento, creano enormi difficoltà d’interazione sociale, quando con un po’ più di senso civico da parte di ognuno si potrebbero migliorare tante situazioni”.

Anche i presidenti di Confcommercio Stefano Lupi e Confartigianato Mauro Franceschini, hanno offerto la loro collaborazione “per essere parte integrante di questa splendida iniziativa che vuol trasferire sul tessuto sociale e lavorativo, la volontà di aiutare chi è in difficoltà ma soprattutto di sensibilizzare la comunità coinvolgendo imprese e commercianti”.

Il direttore generale dell’Azienda Usl Umbria 2 dr. Massimo De Fino rivolge un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno permesso la realizzazione di questo progetto inclusivo che intende migliorare la capacità di accoglienza e di integrazione nella realtà cittadina con un indubbio salto di qualità dal punto di vista sociale e culturale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*