Stabili anziani contagiati da Covid alla Muzi Betti, arrivati 3 nuovi infermieri

 
Chiama o scrivi in redazione


Stabili anziani contagiati da Covid alla Muzi Betti, arrivati 3 nuovi infermieri

Stabili anziani contagiati da Covid alla Muzi Betti, arrivati 3 nuovi infermieri

  • E” “stabile” la situazione nella residenza per anziani non autosufficienti Muzi Betti di Città di Castello, dopo il focolaio Covid scoppiato nei giorni scorsi. Lo ha riferito il sindaco, Luciano Bacchetta. “Le condizioni dei nostri anziani risultati positivi sono stabili, senza criticità particolarmente elevate – ha spiegato – anche se la preoccupazione permane, perché c” è una complessità nella loro condizione dovuta all” età avanzata e alle patologie presenti che non può essere ignorata”.

“Sono stati però conseguiti due risultati importanti – ha sottolineato Bacchetta, secondo quanto riferisce una nota del Comune – per i quali abbiamo fatto la nostra piccola parte insieme alla dirigenza della Muzi Betti e all” Usl Umbria 1: nessuno degli anziani contagiati è stato trasferito in altre città o in nosocomi diversi dal nostro, ma, grazie alla creazione di un reparto Covid all” interno della struttura è stata superata un” emergenza che sarebbe stata drammatica se fossimo stati costretti a spostare gli ospiti, ed è stato scongiurato il pericolo della chiusura della residenza sanitaria, come è accaduto altrove in Umbria”.

© Protetto da Copyright DMCA

Il sindaco ha riferito che sono “tre i nuovi infermieri arrivati a supporto del personale della Muzi Betti, decimato dai casi di positività”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*