Primo congresso mondiale di scienziati esperti nel trasferimento di energia elettrica senza fili

rectennas(UJ.com3.0) PERUGIA – Sono oltre cento gli scienziati, provenienti da tutto il mondo, che partecipano alla prima edizione delle Wireless Power Transfer Conference (IEEE-WPTC) che ha preso il via questa mattina nell’Aula Magna dell’Università per Stranieri. “L’incontro di Perugia offre l’occasione per fare il punto su una tecnologia di grande interesse sul piano industriale e accademico – hanno evidenziato in apertura dei lavori i professori Luca Roselli e Federico Alimenti, dell’Università degli Studi di Perugia, organizzatori del convegno -. Si tratta di una tecnica che consente di eliminare i cavi per l’alimentazione di sensoristica e apparati elettrici, trasmettendo la potenza richiesta attraverso onde elettromagnetiche; ad esempio, dando la possibilità di ricaricare le batterie di auto elettriche senza doverle connettere con pesanti cavi ma, semplicemente, parcheggiandole su appositi pad. Si guarda inoltre alla possibilità di sfruttare l’energia elettromagnetica comunque presente nell’ambiente legata alla presenza di stazioni radio base per telefonia cellulare, link WiFi, stazioni radio FM. Una tecnologia – hanno ricordato Roselli e Alimenti – che trae origine dagli studi pioneristici di Nikola Tesla che, nel 1891 diede vita ad una prima dimostrazione, con relativo brevetto, poi, datato 1901”.

Gli scienziati presenti a Perugia rappresentano le principali università mondiali, industrie ed enti specializzati internazionali come l’Agenzia aerospaziale giapponese. Poco meno di 60 vengono dall’Oriente, una trentina dall’Europa e dalla Russia, una decina dagli Stati Uniti. Fra i partecipanti al convegno ci sono Zoya Popovic (University of Colorado, USA), Kamil Grajski (Qualcomm Technologies, USA), Shigeo Kawasaki (Japan Aerospace, Exploration Agency, JP), Takashi Ohira (Toyohashi University of Technology, JP).

Il tema è di crescente interesse al punto che ha spinto l’Institute of Electrical and Electronic Engineers (IEEE), il massimo organismo tecnico scientifico nel settore dell’ingegneria elettrica ed elettronica, a sponsorizzare integralmente il convegno di Perugia, designata come sede della prima edizione anche per l’importante attività di ricerca che viene portata avanti, nel settore specifico, dai ricercatori dell’Ateneo perugino.

L’iniziativa (organizzata dall’High Frequency Electronics lab (HFE Lab), coordinato dal professor Luca Roselli del Dipartimento di Ingegneria Elettronica e dell’Informazione – DIEI dell’Ateneo di Perugia) si concluderà nel pomeriggio di domani 16 maggio 2013.

Il programma completo è disponibile all’indirizzo internet

http://www.ieee-wptc2013.unipg.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*