Positivi in calo in Umbria, prosegue vaccinazione, ma consegne sono lente

 
Chiama o scrivi in redazione


AstraZeneca, preoccupa diffidenza diffusa tra la popolazione

Positivi in calo in Umbria, prosegue vaccinazione, ma consegne sono lente

Umbria e Trentino Alto Adige sono le due uniche regioni con i positivi in calo. Nella settimana scorsa – scrive Francesca Marruco sul Corriere dell’Umbria – non hanno registrato un incremento dei contagi, ma addirittura una contrazione. L’Umbria segna un -17 per cento in meno. Nell’ultima settimana di febbraio in Umbria sono stati registrati 1.598 positivi in più, mentre la settimana precedente erano stati 1.929.

Elaborazione grafica di Salvatore Sonni
© Protetto da Copyright DMCA

Gli attualmente positivi, dopo 3 settimane tornano sotto quota 8.000. Alla data dell’1 marzo 2021, sono 7.998 praticamente -143 in meno rispetto a domenica. I nuovi contagi sono solo 79, pochi come tutti i lunedì per via del numero molto inferiore di tamponi e test che fanno la domenica nonostante. Il calo dei positivi è determinato dal numero alto dei guariti (216 oggi) che sono più dei nuovi contagi. L’incidenza dei positivi sul totali dei tamponi è stata del 9,1%.

Sottraendo, infatti, i nuovi contagi (79) ai guariti (216) e, purtroppo, ai morti (altri 6), il risultato è un calo dei positivi che scendono da 8.141 a 7.998. Lo riporta il sito della Regione.

Ritornano ad aumentare però i ricoverati Covid negli ospedali dell’Umbria, oggi 524, undici in più di ieri, 79 dei quali (+2) in terapia intensiva. Sono stati analizzati 864 tamponi e 433 test antigenici.

I comuni che ancora hanno un alto numero di contagi covid a tre e quattro cifre sono Assisi (342 discesa), Bastia Umbra (283 in discesa), Castiglione del Lago (103 in discesa), Città della Pieve (123 in calo), Città di Castello (439 in discesa), Corciano (126 scende), Foligno (984 in discesa), Fuori regione (681 stabile), Gubbio (108 in discesa), Magione (155 in discesa), Marsciano (200 in calo), Nocera Umbra (134 in calo),  Perugia (1.639 in calo), San Giustino (173 in calo), Spello (192 in salita), Spoleto (251 in aumento), Terni (315 stabile), Umbertide (175 in calo).

Per quanto riguarda i vaccini in un giorno sono state iniettate altre 1.241 dosi. Alle ore 15:10 di ieri sono 29.915 gli operatori e sociosanitari vaccinati, 1.766 del personale non sanitario, 5.834 ospiti delle strutture residenziali, 8.607 over 80, 153 delle Forze Armate e 177 del personale scolastico. Sono arrivate le 6.300 dosi AstraZeneca che saranno utilizzate per prof e forze dell’ordine. Le 3.300 dosi Moderna entro il 10 marzo dovrebbero essere iniettati a domicilio dai medici di medicina generale. Ma le consegne, come sollevato da più parti sono lente.

Sabato è previsto l’arrivo di altre 1.700 dosi di AstraZeneca e lunedì prossimo 9mila. Quanto a Moderna per il mese di marzo sono previste 14.600 dosi, mentre già oggi dovrebbero essere caricate le 11.700 Pfizer cui seguiranno altre consegne: 1.700 sabato, altre 11.700 lunedì prossimo.

Questi al momento sono i punti vaccinali in Umbria:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*