Poco personale, carenza DPI, infermieri sempre in trincea, vicino alla gente e ai professionisti

 
Chiama o scrivi in redazione


Ospedale Media Valle del Tevere: già dimessi 100 pazienti Covid

Poco personale, carenza DPI, infermieri sempre in trincea, vicino alla gente e ai professionisti

«A nome dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Perugia esprimo vicinanza, solidarietà e gratitudine, sia umana che professionale, nei confronti di tutti i colleghi che si stanno impegnando in prima linea per la lotta contro il COVID-19  e per garantire la migliore assistenza alla popolazione». A dirlo, in una nota dell’OPI è  il Presidente Nicola Volpi.

«Molti infermieri – aggiunge -, consapevoli del ruolo cruciale che ricoprono nel sistema sanitario del nostro Paese, stanno attivamente contribuendo a fronteggiare la situazione di criticità nelle strutture sanitarie della nostra provincia, lavorando intensamente e responsabilmente per assicurare i consueti eccellenti livelli assistenziali».

Volpi aggiunge che gli infermieri sono un cardine essenziale del sistema salute, e il loro apporto è fondamentale non solo per l’assistenza e la diffusione della corretta informazione alla popolazione, ma anche per il contributo all’edificazione di misure di assistenza e prevenzione efficaci ed efficienti per affrontare questa delicata situazione provocata dalla pandemia di COVID-19.

Foto di David Mark da Pixabay

«Numerose – scrive ancora – tuttavia sono state le segnalazioni dei colleghi all’Ordine, riferibili a criticità riscontrate nei diversi contesti lavorativi  come ad esempio la carenza di personale, la difficoltà nel reperire i dispositivi di protezione individuale, gli accessi impropri nei pronto soccorso, la carenza di procedure condivise e la scarsa sicurezza nella strutturazione dei percorsi dei pazienti»

  • L’Ordine sta raccogliendo le diverse istanze e si propone di approfondire le situazioni riportate con l’intento di promuovere soluzioni reali e tempestive  a tutela degli iscritti e dei cittadini.

Tutti i membri del Consiglio Direttivo dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Perugia, si rendono disponibili a dialogare e a collaborare con le autorità regionali preposte e con i vari servizi sanitari, al fine di contribuire attivamente al superamento della crisi, in linea con ciò che già sta facendo la Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche, parte integrante della Task Force costituita dal Ministro della Salute, a livello nazionale.

«Abbiamo inoltre riscontrato l’assoluta necessità di implementare le piante organiche – sottolinea Volpi e Marta Pastorelli (Presidente commissione Albo OPI) – . Al personale neoassunto dovrà essere garantita la massima tutela, soprattutto ai neolaureati, e ciò sarà possibile attraverso un iter formativo graduale e strutturato, volto a consolidare le conoscenze e le practicalskills del professionista infermiere. Siamo disponibili a collaborare anche con la stampa locale – ha concluso il Presidente O.P.I. Perugia – al fine di evitare la diffusione di dati e fatti non veritieri e/o approssimativi, che ledono il diritto alla corretta informazione del cittadino oltre a compromettere l’immagine dei professionisti duramente impegnati in prima linea».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*