Perugia, sciolta la prognosi per la bambina morsa da una vipera

viperadi Mario Mariano( Ufficio Stampa Az.Ospedaliera di Perugia) (umbriajournal.com) PERUGIA –
Due buone notizie in una, per quanto riguarda la bambina di 18 mesi morsa
lunedi mattina mentre si trovava nella cucina della villetta dove vive con
genitori e ricoverata dal pomeriggio dello stesso giorno presso il Reparto
di
Pediatria del S. Maria della Misericordia : questa mattina è stata
consegnata ai medici una bottiglietta di vetro con dentro una piccola
vipera,
catturata nella serata di ieri, martedì all’ interno della abitazione di
Pietralunga da tre operai impegnati nel montaggio di alcuni pannelli
solari
. Oltre alla conferma che a provocare la ferita al piede destro della
bambina
sia stata una vipera , arriva la notizia che le condizioni della piccola
stanno
gradualmente migliorando ed è stata sciolta la prognosi riservata ,dopo gli
ulteriori controlli e l’esito degli esami ematochimici. Stando al quadro
clinico , che si era presentato alla nostra osservazione dopo il
trasferimento dal P.S. dello Ospedale di Città ‘ di Castello, era
evidente
che la bambina presentava lesioni tipiche di una lesione causata da una
vipera- ribadiscono i medici della S.C. di Pediatria – ed abbiamo proceduto
tempestivamente a somministrare il siero antivipera. La cattura della
vipera, resta comunque un fatto importante per la tranquillità della
famiglia
olandese, che oltre alla bambina ricoverata ha un’altra figlia di tre
anni”
. La terapia eseguita ed il costante contatto con il Centro Antiveleno di
Pavia, per parametrare il quadro clinico, hanno assicurato un
miglioramento
“ lento ma progressivo” , come lo ha definito lo stesso Prof Barboni, sia
nelle analisi che nella cura della ferita e dell’edema esteso. Stamane lo
stesso Direttore della Struttura di Pediatria Giancarlo Barboni ha
comunicato
ai genitori che la loro bambina è fuori pericolo, ma che dovrà rimanere
ricoverata ancora per almeno una settimana , per proseguire le terapie
antibiotiche per il riassorbimento dell’edema che si è sviluppato
partendo
dal piede destro, fino ad arrivare all’inguine.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*