PERUGIA, SCIENCE FEST, TUTTO PRONTO PER L’ “IGNOBEL NIGHT”

Logo IgNobel
Logo IgNobel
Logo IgNobel

(umbriajournal.com) PERUGIA – Il palcoscenico non è prestigioso come quello di Harvard, ma questa sera, alle ore 21, nella Sala dei Notari, gli Ignobel accenderanno la curiosità del pubblico con la stessa verve umoristica e, insieme ai partecipanti delle precedenti edizioni, lanceranno il talent show scientifico FameLab 2014.  L’ideatore del premio Marc Abrahams, insieme ai vincitori del Premio IgNobel Kess Moeliker (2003) e Alberto Minetti (2013), ribadiranno alla platea che la ricerca, quando viene condotta con rigore e sistematicità, può dare risultati interessanti anche se cerca risposte a domande assurde. Perché, secondo la filosofia di Abrahams, fondatore e direttore della rivista umoristica Annals of improbale research, “L’obiettivo è quello di far ridere la gente, poi di farla pensare”.

Ma la questione è anche un’altra. Come si fa a decidere a priori cosa è importante e cosa non lo è? “Quello che sembra utile oggi – com’è solito rispondere Abrahams a chi gli chiede quali applicazioni possano avere le ricerche IgNobel – piuttosto, tra vent´anni farà ridere”.  Dopo l’IgNobel Night, la serata continuerà con le animazioni scientifiche a cura di Psiquadro e Alessandro Gnucci, che fino a tarda notte animeranno la Mezzanotte Bianca del Distretto del Sale (con enigmi, giochi per la mente e il gustoso gelato al sale).  E la maratona della Scienza continua anche domani: da segnalare a Palazzo della Penna, dalle ore 16, l’appuntamento con Nanopinion, progetto coordinato dalla Rete Europea dei Musei Scientifici per permettere ai cittadini di conoscere meglio il mondo dell’infinitamente piccolo, fra aspettative, timori, speranze e perplessità sulle nanotecnologie.  Sempre domani, alle ore 19,30, nella Sala dei Notari, è in programma la Conferenza tenuta dal professor S.Lovejoy (Università Mccgill, Canada) su “Le geometrie frattali del nostro clima e il riscaldamento globale”.

Al centro della riflessione, le dinamiche caotiche nell’atmosfera e la loro relazione con il clima. L’incontro è organizzato dal dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Perugia.  Altri appuntamenti di domani: “Una macedonia di esperimenti”, a cura Tecnoscienza, per scoprire ad esempio come far bollire l’acqua con le arachidi, e “Sfide galleggianti”, costruzione a squadre di oggetti galleggianti con Alessandro Gnucci, (la mattina al Centro Servizi Alessi); “Senza Fili”, a cura di Fosforo, per capire come funzionano i di dispositivi wireless, il pomeriggio a Palazzo della Penna, e “Tutto il cielo in una volta”, in piazza Matteotti, a cura dell’INAF, l’Istituto Nazionale di Astrofisica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*