Ospedale da campo CRI a Terni, accolto i primi due pazienti Covid

 
Chiama o scrivi in redazione


Ospedale da campo CRI a Terni, accolto i primi due pazienti Covid

Ospedale da campo CRI a Terni, accolto i primi due pazienti Covid

Il 23 novembre l’ospedale da campo allestito dalla Croce Rossa Italiana presso l’azienda ospedaliera Santa Maria di Terni ha accolto i primi due pazienti Covid: lo rende noto l’assessore regionale alla Salute, Luca Coletto, precisando che la struttura, realizzata nell’ambito del piano di salvaguardia regionale, accoglie 20 posti letto ordinari dedicati a pazienti Covid con specifico setting assistenziale ed ha il compito di alleggerire, in caso di necessità, la pressione sull’ospedale di Terni, che peraltro, con percorsi separati, continua a garantire anche le attività assistenziali ai pazienti non Covid.

© Protetto da Copyright DMCA

“Inutile dire – spiega Coletto – che parlare, come qualcuno fa, di mancata attivazione o mancato utilizzo della struttura è soltanto una triste speculazione, perché è evidente che il nostro obiettivo era di realizzarla per avere un polmone che garantisse ulteriori posti letto per avere un minimo di agio nella gestione di picco”.

Ripercorrendo il cronoprogramma dei lavori per l’allestimento, l’assessore ricorda che “l’attività per accogliere e allestire l’ospedale da campo è iniziata il 12 novembre e tra il 13 e il 14 la Croce Rossa ha completato il montaggio delle tende. Dopo il sopralluogo effettuato domenica 15 novembre dai rappresentanti regionali e dalla delegata del consulente della Presidenza della Regione Umbria per l’emergenza, Guido Bertolaso, nei giorni successivi sono stati completati tutti gli interventi legati a impiantistica, utenze, recinzione, servizi igienici e dei percorsi pulito-sporco e rifiuti, definendo tutte le procedure ed è stato regolarmente aperto il 23 novembre come da cronoprogramma.

La gestione assistenziale dell’ospedale da campo della Croce Rossa è affidata al personale medico e infermieristico dell’azienda Santa Maria di Terni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*