Nessuna proroga dei contratti del personale sanitario oltre l’emergenza pandemica

Covid, grande adesione a screening personale scolastico, raggiunto il 75 per cento

Nessuna proroga dei contratti del personale sanitario oltre l’emergenza pandemica

L’Aula di Palazzo Cesaroni ha respinto, con 10 voti contrari della maggioranza e 6 favorevoli dell’opposizione, la mozione presentata dai consiglieri del Partito democratico, Simona Meloni e Michele Bettarelli sulla “proroga dei contratti del personale sanitario oltre l’emergenza pandemica”.


Fonte: ACS Umbria


Illustrando l’atto in Aula Bettarelli ha spiegato che con la mozione si intendeva impegnare la Giunta regionale a “prevedere che il personale sanitario assunto per la gestione dell’emergenza Covid 19 tramite procedure straordinarie, non sia disperso. Ma che anzi, nell’ottica dell’inevitabile ristrutturazione e ripensamento dell’intero Sistema sanitario regionale post pandemia, si valorizzino tali professionalità con il bagaglio di formazione ed esperienza costruito in questi mesi, eliminando le condizioni di precarietà tramite l’applicazione di criteri che tengano conto dell’esperienza acquisita sul campo e dell’investimento sulla formazione del capitale umano sanitario. ma anche di prevedere il ricorso alla proroga e/o alla stabilizzazione dei contratti del personale sanitario impegnato a fronteggiare l’epidemia di Covid-19 anche dopo la fine dell’emergenza sanitaria. La carenza di personale è un elemento saliente della mancata risposta alla pandemia. C’è la necessità di stabilizzare coloro che sono stati assunti proprio per l’emergenza, come dimostrano numerosi episodi a partire da quanto successo ieri al drive through di Città di Castello. Il problema non è solo la mancata organizzazione ma anche la carenza di personale sanitario. Al di là delle polemiche è necessario prevedere che il personale assunto per la gestione dell’emergenza covid non sia disperso, ma si valorizzino tali professionalità, eliminando la condizione di precarietà”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*