L’Umbria “cuore arancione d’Italia”, indice Rt 0,93, in Italia è 1,16

Sono 182 i nuovi positivi in Umbria in base ai dati del 19 marzo

 
Chiama o scrivi in redazione


L'Umbria "cuore arancione d'Italia", indice Rt 0,93, in Italia è 1,16

L’Umbria “cuore arancione d’Italia”, indice Rt 0,93, in Italia è 1,16

L’Umbria ha un indice di contagio Rt pari a 0,93, contro un 1,16 nazionale, ma restiamo arancioni. Di fatto la decisione è stata presa dopo analizzato il monitoraggio dell’Istituto superiore di sanità. La settimana presa in esame dall’Iss è stata quella compresa tra l’8 e il 14 marzo.

© Protetto da Copyright DMCA

La valutazione della probabilità di diffusione in base al calo dei casi è bassa, scrive oggi Alessandro Antonini sul Corriere dell’Umbria, mentre è alta la valutazione di impatto, per l’alto tasso di occupazione della terapia intensiva di pazienti contagiati (56% contro la soglia del 30%) e dei ricoveri ordinari Covid al 37% su soglia del 40%.

Sono 285 i nuovi focolai mentre i nuovi casi non associabili a catene di trasmissioni note sono 414. Senonché la classificazione complessiva rischio resta “moderata ad alta probabilità di progressione”. Questo vuol dire conferma della fascia arancione. Negli ultimi sette giorni sono stati 1402 i nuovi contagi in Umbria su una popolazione di 8 7 0 . 1 6 5 .   con un’incidenza ogni 100.000 abitanti di 161. La media nazionale è a 264.Dieci regioni stesso numero della settimana precedente  hanno un livello di rischio alto secondo il decreto del 30 aprile 2020. Le altre 11 regioni hanno una classificazione di rischio moderato, di cui sette tra cui l’Umbria ad alta probabilità di progressione a rischio alto nelle prossime settimane.

IL BOLLETTINO

Sono 182 i nuovi positivi in Umbria in base ai dati del 19 marzo. Nel bollettino risultano sei decessi nelle ultime 24 ore. La quota complessiva dei morti è di 1193 dall’inizio della pandemia. I nuovi guariti sono 306. Gli attualmente positivi scendono di 130, arrivando a quota 5.681. Netto calo dei ricoveri ordinari Covid, che passano da 480 a 460. Le terapie intensive scendono ma di poco, troppo poco: un solo ricovero in meno. Sono a quota 75. I tamponi molecolari effettuati sono stati 3.036 mentre gli antigenici rapidi 3029. Il tasso di positività sui molecolari è del 5,9%, in calo rispetto al 6,1% del giorno precedente. Sul totale è al 3%. Ale.Ant.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*