Gimbe, rallenta diminuzione nuovi casi Covid in Umbria

Gimbe, rallenta diminuzione nuovi casi Covid in Umbria

Gimbe, rallenta diminuzione nuovi casi Covid in Umbria

La curva epidemica, come pure la media mobile a 7 giorni, in Umbria mostra un trend in diminuzione rispetto alle settimane precedenti. Dal report settimanale elaborato dal Nucleo epidemiologico settimanale emerge che l’incidenza settimanale mobile per 100.000 abitanti al 21 febbraio è pari a 694. L’RDt sulle diagnosi calcolato per gli ultimi 14 giorni con media mobile a 7 giorni si attesta ad un valore di 0,83. L’andamento regionale dell’incidenza settimanale mobile per classi di età mostra un trend in leggera diminuzione per tutte le classi d’età, l’incidenza più elevata è riscontrata nella classe d’età 6-10 anni mentre l’incidenza più bassa è registrata nella classe d’età 80-84 anni.

Tutti i Distretti sanitari hanno l’incidenza inferiore a 1.000 casi per 100.000 abitanti. Rispetto alla settimana precedente si osserva una leggera diminuzione nell’impegno ospedaliero regionale (al 21 febbraio 172 ricoveri di cui 8 in terapia intensiva), mentre si registrano nella settimana 14-20 febbraio 25 decessi.   Sul versante delle certificazioni per l’esenzione dalla vaccinazione si rende noto ai cittadini che a partire dal 28 febbraio non avrà validità la certificazione cartacea, ma quella digitale registrata nella piattaforma nazionale. I cittadini interessati all’emissione del green pass online, all’incirca un migliaio in tutta l’Umbria, potranno rivolgersi al proprio medico di medicina generale o pediatra di libera scelta.

La diminuzione dei nuovi casi Covid in Umbria rallenta, meno 16,8 per cento nella settimana 16-22 febbraio rispetto a quella precedente secondo il monitoraggio della fondazione indipendente Gimbe. Dall’analisi emerge comunque una performance in miglioramento per i casi attualmente positivi per 100.000 abitanti, 1.225 contro i 1.552 della settimana precedente.

Secondo Gimbe, sempre in base ai dati della settimana 16-22 febbraio la popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è pari 83,9% (media Italia 83%) cui va aggiunto un ulteriore 2,1% (2,4% nel Paese) solo con prima dose.

Il tasso di copertura vaccinale con terza dose è del 87,1% (84,9%). La popolazione con età tra 5 e 11 anni che ha completato il ciclo vaccinale è pari 29,3% (media Italia 28,8%) cui aggiungere un ulteriore 8,1% (7,9%) solo con prima dose. /Agenzia Nazionale Stampa Associata

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*