Farmacisti delle parafarmacie esclusi dalla prima fase del piano vaccinale covid

Che il Piano vaccinale regionale venga aggiornato quanto prima

 
Chiama o scrivi in redazione


Farmacisti delle parafarmacie esclusi dalla prima fase del piano vaccinale

Farmacisti delle parafarmacie esclusi dalla prima fase del piano vaccinale covid

Il consigliere regionale Fabio Paparelli (PD) annuncia la presentazione di una interrogazione alla Giunta per conoscere “in quali tempi si intenda rimediare all’esclusione dei farmacisti iscritti all’Ordine, che operano all’interno delle parafarmacie (Gdo e private), dalla campagna vaccinale per Sars-Covid2 della Regione Umbria, destinata in via prioritaria a tutto il personale sanitario”.

© Protetto da Copyright DMCA

“Tenuto conto che piano vaccinale – spiega Paparelli – può essere progressivamente aggiornato sulla base della disponibilità dei vaccini e delle nuove tempistiche di distribuzione, riteniamo prioritario che questa grave dimenticanza venga sanata e che chi opera all’interno delle parafarmacie venga messo nelle condizioni di ricevere lo stesso trattamento riservato agli altri colleghi farmacisti”.

“Come più volte sottolineato anche dallo stesso Ordine professionale, che ha provveduto a tempo debito a comunicare agli organi preposti i nominativi di tutti gli iscritti, compresi quelli impiegati presso le parafarmacie dell’Umbria – precisa Paparelli – risulta del tutto incomprensibile questa esclusione che rappresenta un unicum a livello nazionale”.

“Ci auguriamo pertanto – conclude Paparelli – che il Piano vaccinale regionale venga aggiornato quanto prima e si ponga fine ad una discriminazione dovuta ad una evidente diversità di trattamento, che va a colpire operatori della sanità quotidianamente esposti al rischio di contagio”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*