Coronvavirus il giovane Niccolò sta bene, meglio coppia cinese allo Spallanzani


Scrivi in redazione

Coronvavirus il giovane Niccolò sta bene, meglio coppia cinese

Coronvavirus il giovane Niccolò sta bene, meglio coppia cinese

Oggi, alle ore 9 circa, e’ arrivato presso il nostro Istituto il giovane italiano proveniente dalla citta’ di Wuhan. Le sue condizioni di salute sono buone. Presenta febbricola e non manifesta altra sintomatologia. E’ stato effettuato un tampone naso-faringeo per la ricerca del nuovo coronavirus e di altri eventuali agenti patogeni. Il ragazzo appare assolutamente sereno e di ottimo umore“.

Cosi’ i medici dello Spallanzani nel nuovo bollettino diffuso oggi.


Il ragazzo e’ stato ricoverato per completare il periodo di isolamento.

Per far fronte alle esigenze sanitarie provocate dall’epidemia del COVID-19, il Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale – inoltre – ha organizzato un volo umanitario della Cooperazione Italiana a sostegno delle attivita’ di assistenza delle autorita’ cinesi nelle aree del paese piu’ colpite, in coordinamento con il meccanismo di protezione civile attivato dall’Unione Europea. Il trasporto umanitario, partito dalla Base di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite (UNHRD) di Brindisi, contiene 16 tonnellate di materiale medico-sanitario di protezione personale (mascherine, tute e occhiali protettivi, guanti e termometri) messo a disposizione dall’Ambasciata cinese in Italia, e 2 tonnellate di materiale sanitario (mascherine protettive specialistiche per operatori sanitari, tute di protezione per operatori sanitari, mascherine protettive) finanziato direttamente dalla Cooperazione Italiana.

I beni saranno ricevuti dalle autorita’ cinesi per essere utilizzati nel quadro delle attivita’ di risposta all’emergenza. Presenti alle operazioni di carico effettuate presso la Base di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite (UNHRD) di Brindisi, l’Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia Li Junhua, accompagnato da giornalisti cinesi, e una delegazione della Direzione generale della Cooperazione allo Sviluppo del MAECI.

Novità dallo Spallanzani

Sono stati valutati, ad oggi, presso la nostra accettazione 68 pazienti sottoposti al test per la ricerca del nuovo coronavirus. Di questi, 59, risultati negativi al test, sono stati dimessi. Dieci pazienti sono tuttora ricoverati: 3 sono casi confermati (la coppia cinese attualmente in terapia intensiva ed il giovane proveniente dal sito della Cecchignola) 6 sono pazienti sottoposti a test per la ricerca del nuovo coronavirus in attesa di risultato. Un solo paziente rimane comunque ricoverato per altri motivi clinici. In caso di evoluzioni del quadro clinico, verranno dati immediati aggiornamenti”. Cosi’ i medici dello Spallanzani nel nuovo bollettino appena diffuso.

“I due cittadini cinesi provenienti dalla città di Wuhan, casi confermati di infezione da nuovo coronavirus, continuano a essere ricoverati nella terapia intensiva del nostro Istituto. Le loro condizioni cliniche sono stabili con parametri emodinamici migliorati. La prognosi resta riservata”. E’ quanto hanno detto i medici dello Spallanzani nel nuovo bollettino appena diffuso.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*