Coronavirus morti salgono a 811, oltre 37 mila contagiati, tornati italiani

E sullo stop voli Cina, il Ministro Speranza ha le idee chiare: "Non si cambia la salute vale più dell' economia"

Coronavirus morti salgono a 811, oltre 37 mila contagiati, tornati italiani

Coronavirus morti salgono a 811, oltre 37 mila contagiati, tornati italiani

Il numero delle vittime del coronavirus in Cina sale a 811. Lo rende noto la commissione nazionale sanitaria, aggiungendo anche che i casi positivi hanno raggiunto i 37.198, 2.600 in più rispetto al precedente bilancio.  Un aereo proveniente da Whuan con a bordo 200 persone, fra cui nove italiani, evacuate dalla Cina in seguito alla diffusione del Coronavirus, è atterrato in Inghilterra, presso la base Raf di Brize Norton, nell’ Oxfordshire. Lo riferisce la Press Association.

l gruppo di otto italiani – i nove previsti meno il 17enne studente di Grado rimasto bloccato in Cina in quanto gli è stata riscontrata di nuovo la febbre – verranno trasferiti con un volo militare italiano dall’ Inghilterra a Pratica di Mare, poi la quarantena prevista nell’ ospedale militare del Celio a Roma.

Tokyo accelera sforzi sperimentazioni test Presenze turisti cinesi crollano, misure a sostegno operatori

Il governo giapponese intende migliorare l’ accessibilità alla sperimentazione di test per l’ individuazione del coronavirus, e accelerare l’ implementazione di misure a sostegno dell’ industria del turismo, per fronteggiare l’ emergenza causata dall’ epidemia. Lo rivelano fonti governative, spiegando che i provvedimenti riguarderanno in primo luogo la possibilità di consentire la sperimentazione della reazione a catena della polimerasi, un metodo che permette di individuare la presenza del virus con un’ alta attendibilità, favorendo al tempo stesso l’ interazione tra le istituzioni pubbliche e private, e accelerare così i tempi di attesa dei risultati. Altre misure riguarderanno ulteriori verifiche su droghe e vaccini e l’ apertura di speciali centri di consultazione per il pubblico, in grado di fornire informazioni sull’ agente patogeno.

E sullo stop voli Cina, il Ministro Speranza ha le idee chiare: “Non si cambia, lo abbiamo deciso insieme, e la salute vale più dell’ economia”.

Il ministro alla salute Roberto Speranza a Perugia 31 gennaio 2020Sullo stop ai voli per e dalla Cina la linea non cambia, le relazioni diplomatiche sono rilevanti e le questioni economiche fondamentali, ma il diritto alla salute è più importante ancora. E’ quanto sottolinea il ministro della Salute Roberto Speranza – intervistato in apertura di prima pagina dal Corriere della Sera – il quale evidenzia che la decisione è stata presa “nella massima condivisione”, perché “c’ è piena unità nel governo”, e le scelte sono orientate da tecnici e scienziati. L’ allarmismo è sbagliato – aggiunge – ma si deve tenere una soglia di attenzione molto alta.

Tornati i 9 italiani

Un aereo proveniente da Whuan con a bordo 200 persone, fra cui nove italiani, evacuate dalla Cina in seguito alla diffusione del Coronavirus, è atterrato in Inghilterra, presso la base Raf di Brize Norton, nell’ Oxfordshire. Lo riferisce alla’Agenzia Nazionale di stampa Assocaita la Press Association.

Il gruppo di otto italiani – i nove previsti meno il 17enne studente di Grado rimasto bloccato in Cina in quanto gli è stata riscontrata di nuovo la febbre – verranno trasferiti con un volo militare italiano dall’ Inghilterra a Pratica di Mare, poi la quarantena prevista nell’ ospedale militare del Celio a Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*