Corbevax dell’italiana Bottazzi, caratteristiche distintive, del vaccino per il mondo

Corbevax dell’italiana Bottazzi, caratteristiche distintive, del vaccino per il mondo

Corbevax, vaccino low-cost facile da conservare, no brevetto né lucro

Scientific American Sviluppato con una tecnologia usata in tutto il mondo da decenni, il nuovo vaccino Corbevax è facile da conservare, poco costoso ed è già stato dato in concessione, senza oneri brevettuali, a un’azienda indiana che si è impegnata a produrne quantità elevate
Mentre la variante Omicron si diffonde in tutto il mondo e i principali produttori di vaccini contro COVID-19 discutono sul modo di garantire l’accesso globale a essi, un vaccino sviluppato dal Texas Children’s Hospital Center for Vaccine Development (Texas Children’s CVD) e dal Baylor College of Medicine è pronto per essere distribuito. Nell’ultima settimana del 2021, l’agenzia indiana di regolamentazione dei farmaci ha autorizzato un produttore del paese a iniziare la distribuzione di un vaccino anti COVID-19 chiamato CORBEVAX.

A due anni dall’inizio della pandemia, CORBEVAX è il primo vaccino COVID progettato specificamente per la salute globale. È una pietra miliare per l’equità del vaccino globale, qualcosa che crediamo supererà l’esitazione, e serve come modello per come sviluppare un potente vaccino per l’uso in caso di pandemia in assenza di sostanziosi finanziamenti pubblici.

Il prototipo di vaccino è stato inizialmente sviluppato dagli scienziati del Texas Children’s CVD e del Baylor College prima di essere concesso in licenza, senza brevetti o vincoli, a Biological E. Limited (BioE).

Il governo centrale dell’India ha già ordinato 300 milioni di dosi, e BioE, l’azienda che produce il vaccino, prevede di produrre 100 milioni o più dosi al mese a partire da febbraio. Circa 150 milioni di dosi sono già state prodotte e sono pronte per essere distribuite. Oltre a quelle che l’azienda sta fornendo all’India, BioE prevede di consegnare più di un miliardo di dosi aggiuntive ad altri paesi.

Ciò significa che CORBEVAX presto vaccinerà più persone delle dosi di vaccino finora donate da qualsiasi paese del G7.

Questo nuovo vaccino COVID ha diverse caratteristiche distintive che lo rendono particolarmente adatto all’uso in contesti poveri di risorse: è sicuro, efficace e può essere prodotto localmente in quantità molto elevate. CORBEVAX è facile da conservare e poco costoso. Speriamo che venga usato nei paesi a basso e medio reddito in Africa, Asia e America Latina, dove la disponibilità del vaccino è stata in genere tremendamente insufficiente.

CORBEVAX è prodotto usando una tecnologia che è stata impiegata in tutto il mondo per decenni, e ciò significa che i processi di produzione sono generalmente già noti e non richiederanno una curva di apprendimento ripida come quella necessaria per realizzare lo scaleup di nuove tecnologie tipo quelle dei vaccini mRNA, ad adenovirus e a particelle proteiche.

Impianto di produzione dei vaccini della Biological E. Limited a Hyderabad, in India ( © 2020 Biological E. Limited)

CORBEVAX è prodotto attraverso la fermentazione microbica in lievito, simile al processo impiegato per realizzare il vaccino ricombinante dell’epatite B, che molti paesi poveri di risorse producono e usano. Questo permetterà la produzione locale di vaccini contro COVID-19 simili a CORBEVAX. Texas Children’s CVD e Baylor hanno già concesso in licenza la tecnologia per il vaccino COVID ad aziende in Indonesia e Bangladesh e l’hanno data in licenza per la produzione in paesi africani come il Botswana. Questa tecnologia vaccinale e gli accordi di licenza con i partner di co-sviluppo, rappresentano l’esempio ideale di come i vaccini COVID possano e debbano essere prodotti localmente e ampiamente nei paesi del Sud del mondo.

Come il vaccino ricombinante per l’epatite B, che deriva dalla stessa tecnologia, CORBEVAX ha un eccellente profilo di sicurezza. In uno studio di fase tre effettuato in India, CORBEVAX ha causato eventi avversi principalmente lievi, rendendolo forse uno dei vaccini COVID-19 più sicuri in uso.

Rispetto alle dosi del vaccino AstraZeneca/Università di Oxford prodotto dal Serum Institute of India, CORBEVAX ha indotto anche una maggiore quantità di anticorpi neutralizzanti contro le varianti Delta e Beta di SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19 (ci aspettiamo di avere presto i dati per Omicron). Il vaccino ha neutralizzato le varianti preoccupanti negli studi sugli animali da laboratorio ed è stato altamente protettivo in due test su primati non umani.

Il vaccino anti COVID del Texas Children’s CVD può essere conservato ricorrendo a una semplice refrigerazione, essendo un vaccino proteico ricombinante sviluppato dal dominio del recettore della proteina spike sulla superficie del virus, combinato con l’adiuvante CpG 1018 di Dynavax Technologies con allume. E come il vaccino contro l’epatite B, questo vaccino anti COVID ha uno dei costi più bassi tra quelli finora disponibili. Nessun brevetto è stato depositato sulla tecnologia del vaccino, e Texas Children’s CVD sta assistendo e sviluppando il vaccino insieme a BioE e ad altri produttori di vaccini nel Sud del mondo, aiutando così a mantenere basso il costo.

Centinaia di milioni di persone sono già state vaccinate con il vaccino ricombinante dell’epatite B nel corso di più generazioni. Prevediamo che le persone accetteranno prontamente CORBEVAX e i vaccini anti COVID con proteine ricombinanti simili, anche per uso pediatrico. E studi clinici sui bambini sono in corso anche in India. I genitori potrebbero anche essere più disposti ad accettare CORBEVAX rispetto ai vaccini prodotti con una tecnologia più recente. Se mai c’è stato un vaccino anti COVID in grado di superare le esitazioni e il rifiuto del vaccino, crediamo che questo potrebbe essere quello giusto.

Ora abbiamo un nuovo, vantaggioso punto di partenza per vaccinare finalmente il mondo. Va sottolineato che Texas Children’s CVD ha creato il vaccino senza alcun sostegno del governo degli Stati Uniti o del G7, contando invece quasi esclusivamente sulla filantropia privata di enti in Texas, New York e altrove.

È possibile che, se avessimo avuto anche solo una frazione del sostegno offerto alle aziende biotecnologiche o multinazionali che producono vaccini di nuova tecnologia, il mondo sarebbe già stato vaccinato? Forse avremmo potuto prevenire l’emergere di Omicron, Alpha e Delta, che probabilmente sono varianti comparse in persone non vaccinate. Pertanto, continuiamo a chiedere assistenza al governo degli Stati uniti e alle altre nazioni del G7 per sviluppare il nostro vaccino a base di proteine ricombinanti insieme a nuovi partner in altri paesi con scarse risorse, ivi incluso un loro avvicinamento in sicurezza alla struttura di condivisione COVAX per la distribuzione globale dei vaccini.

Nel corso del 2022 speriamo di collaborare con l’Organizzazione mondiale della Sanità e altre agenzie delle Nazioni Unite per vaccinare finalmente il mondo. Crediamo che, con il nostro vaccino a basso costo ma altamente efficace, sicuro e facile da conservare e distribuire, potremmo finalmente raggiungere l’equità globale nella somministrazione dei vaccini e superare le esitazioni e il rifiuto del vaccino. Questo è un prossimo passo critico per assicurarci una via d’uscita dalla pandemia di COVID-19.

————————-
Gli autori
Peter J. Hotez è professore di pediatria e virologia molecolare al Baylor College of Medicine, dove è co-direttore del Texas Children’s Center for Vaccine Development. Ha contribuito alla creazione del vaccino CORBEVAX.
Maria Elena Bottazzi, co-direttrice del Texas Children’s Hospital Center for Vaccine Development, è docente di pediatria e virologia molecolare e microbiologia al Baylor College of Medicine e decana associata della sua National School of Tropical Medicine. Ha contribuito alla creazione del vaccino CORBEVAX.

————————-
(L’originale di questo articolo è stato pubblicato su “Scientific American” il 30 dicembre 2021. Traduzione ed editing a cura di “Le Scienze”. Riproduzione autorizzata, tutti i diritti riservati.)

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*