Contagi covid scuole, si riducono notevolmente alunni positivi

Villani, Bambino Gesù: vaccini a bambini per garantire scuola, sport, svago. Vaccinarli significa mettere al di sopra il loro benessere

Contagi covid scuole, si riducono notevolmente alunni positivi

Gli studenti positivi al Covid-19 dal 26 al 30 novembre di riducono notevolmente da 92 passano a 27. Lo riporta un’aggiornamento sul monitoraggio dell’andamento epidemiologico tra professori, personale scolastico e studenti fornito dalla Regione Umbria. Si riduce quasi dellametà il personale positivo che da 13 passa a 8, i cluster che da 19 passano a 16.


di Morena Zingales
Fonte: Aggiornamento da Regione Umbria


Rispetto all’ultima rilevazione del 26 novembre, i contatti stretti di classe in isolamento da 764 sono passati a 523, così come le classi in isolamento che da 39 passano a 25 e di queste 17 sono nelle primarie, 4 nell’infanzia, 1 nella secondaria di primo grado, 2 nella secondaria di secondo grado, ma un gruppo di studenti che viaggia in scuolabus è in isolamento.

Le classi in isolamento in termini territoriali sono 1 nell’Alto Tevere, 1 ad Assisi, 6 a Perugia, 1 nel Trasimeno, 1 nella Media valle del Tevere, Foligno (7), Spoleto (2), Terni (3) e 2 ad Orvieto.

Le scuole dell’infanzia fanno registrare anche il maggior numero di alunni positivi 12, mentre 11 casi sono emersi alla scuola primaria, 1 nelle medie, 2 nella secondaria di II grado e 1 sullo scuola bus.

Per i cluster: 3 nell’infanzia, 2 sono stati riscontrati alle scuole elementari, 0 nella secondaria di primo grado, due nella secondaria di secondo grado e uno scuola bus.

Per quanto riguarda il personale scolastico sono 7 nell’infanzia, 0 nella primaria, 0 nella secondaria di primo e 1 nel secondo grado e nessuno nello scuola bus tre, per un totale di 8. Salgono gli studenti sottoposti a sorveglianza sanitaria e antigienico senza quarantena, che sono 1655, prima erano 1261. Così come il personale in attenzione che da 141 passa a 156. le classi attenzionate da 73 salgono a 91.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*