Calano ricoveri e aumentano i guariti dal covid, al 7 marzo 2021 ancora morti

 
Chiama o scrivi in redazione


Calano ricoveri e aumentano i guariti dal covid, al 7 marzo 2021 ancora morti

Continua ancora la discesa degli attualmente positivi, calano i contagi, aumentano i guariti, si riducono i ricoverati, sia in regime ordinario, sia in terapia intensiva e purtroppo aumentano i morti. E’, in sintesi, la situazione Covid19 in Umbria alla data del 7 marzo, così come viene riportata nel sito internet istituzionale.

© Protetto da Copyright DMCA

Sono 383 i guariti, 242 i nuovi contagi, 503 i ricoverati in regime ordinario (-5), 80 in terapia intensiva (-2) e purtroppo, ancora 5 morti. I positivi attuali alla luce di questi numeri scendono di -146 passando da 7.425 a 7.278. I morti arrivano a 1.100. Sono 3.221 i tamponi effettuati e 2.180 i test antigenici analizzati.

LEGGI ANCHE: Il Covid non risparmia nessuno, grandi e piccini, la situazione

I comuni che ancora hanno un alto numero di contagi covid a tre e quattro cifre sono Assisi (326 discesa), Bastia Umbra (231 in discesa), Città della Pieve (110 in salita), Città di Castello (454 in discesa), Foligno (973 in discesa), Fuori regione (703 in salita), Magione (104 discesa), Marsciano (165 discesa), Nocera Umbra (127 in discesa), Orvieto (118 in salita), Perugia (1.152 discesa), San Giustino (141 discesa), Spello (196 in salita), Spoleto (273 in salita), Terni (442 in aumento), Trevi (101 in salita) Umbertide (137 in discesa).

data
denominazione_geo
Ricoverati (tot)
di cui ricoverati in terapia intensiva
7/3/2021, 11:04 Ospedale Campo (E.I.) 10 0
7/3/2021, 11:04 Ospedale di Branca 18 0
7/3/2021, 11:04 Ospedale di Città di Castello 57 6
7/3/2021, 11:04 Ospedale di Foligno 49 10
7/3/2021, 11:04 Ospedale di Orvieto 0 0
7/3/2021, 11:04 Ospedale di Perugia 130 25
7/3/2021, 11:04 Ospedale di Spoleto 65 12
7/3/2021, 11:04 Ospedale di Terni 110 27
7/3/2021, 11:04 Ospedale di Trevi 2 0
7/3/2021, 11:04 Ospedale MVT Pantalla 59 0
7/3/2021, 11:04 Ospedale Umbertide 3 0

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*