Oltre 2 mila pellegrini hanno raggiunto la Basilica Assisi nel 2020 nonostante il Covid 

Nonostante chiusure Covid secondo dati Statio Peregrinorum

 
Chiama o scrivi in redazione


Oltre 2 mila pellegrini hanno raggiunto la Basilica Assisi nel 2020 nonostante il Covid 

Oltre 2 mila pellegrini hanno raggiunto la Basilica Assisi nel 2020 nonostante il Covid

Sono 2.072 i camminatori che in pochi mesi hanno raggiunto, nonostante le chiusure dovute al Covid, la Basilica di San Francesco ad Assisi. Da soli, in gruppo o in compagnia dei loro animali. I dati sono stati rilevati dalla Statio Peregrinorum, ufficio della Basilica di San Francesco. I pellegrini, arrivati ad Assisi lo scorso anno, sono stati in maggioranza italiani (85%), soprattutto da Milano (4,58%), Roma (3,964%) e Torino (3,75%). Tra gli stranieri al primo posto i tedeschi (24,44%), seguiti dai francesi con il 12,22% e dagli svizzeri (7,72%).

© Protetto da Copyright DMCA

Da anni, le istituzioni civili e religiose della Regione – è stato sottolineato in un incontro nel quale sono stati illustrati i dati – lavorano in sinergia con le associazioni e gli operatori turistici per promuovere e migliorare l” esperienza del pellegrino che decide di attraversare il “Cuore verde d” Italia” per arrivare ad Assisi, Loreto o Roma. Un trend in crescita negli ultimi anni dovuto soprattutto alla maggiore attenzione nei confronti della natura e dell” ambiente che ci circonda. I cammini francescani sono considerati “l” esempio reale e concreto dei valori del Santo di Assisi: fraternità, accoglienza e rispetto dell” ambiente”.

All” incontro moderato dal responsabile dell” ufficio stampa del Sacro Convento di Assisi, Roberto Pacilio, e aperto dal saluto del direttore della sala stampa, padre Enzo Fortunato, hanno partecipato il delegato della Conferenza episcopale umbra e Vescovo di Gubbio, Mons. Luciano Paolucci Bedini, l” assessore al Turismo della Regione Umbria, Paola Agabiti, e fra Jorge Fernandez che ha presentato tutti i numeri dei camminatori.

“I cammini – ha detto Agabiti – sono l” elemento che esprimono la storia e i valori dell” Umbria. Oltre a rappresentare un” occasione di promozione devono costituire un momento di riflessione, legato a Francesco e Benedetto e ai luoghi da scoprire.

L” Italia è meta di un turismo lento. Creare reti di relazione, unire piccoli centri per rendere attrattivo il territorio e innescare un circolo virtuoso. Abbiamo un grandissimo patrimonio, i cammini costituiscono la modalità primaria per riaffermare forza e potenzialità dell” Umbria. Come Regione stiamo già lavorando, anche assumendo un ruolo guida del turismo lento a livello nazionale”.

1 Trackback / Pingback

  1. Assisi, presentazione Candidato Marco Cosimetti posticipata causa covid

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*