Vaccini, la Lega chiede deroga per famiglie non in regola con obblighi

IL LEADER LEGHISTA, CHE I BIMBI FINISCANO L’ANNO SCOLASTICO, INTANTO PARTITE 800 MULTE

Vaccini, la Lega chiede deroga per famiglie non in regola con obblighi

Vaccini, la Lega chiede deroga per famiglie non in regola con obblighi

PERUGIA – Legge sui vaccini, in Umbria partite 800 multe per i genitori non in regola: da parte del Governo Gentiloni l’ennesimo atto che acuisce le divergenze sociali. Valerio Mancini, consigliere regionale Lega affonda il colpo sulla delicata questione dei vaccini e rilancia “Come Lega abbiamo già presentato una mozione affinché la Giunta interceda presso il Governo, per far si che i bambini non in regola con i vaccini, finiscano almeno l’anno scolastico.

Valerio Mancini

Considerato l’emergenza in Umbria e il fatto che alcune Regioni hanno già prolungato i termini ultimi di vaccinazione, chiediamo alla Presidente Porzi di inserire la nostra mozione al primo punto dell’ordine del giorno nel prossimo consiglio regionale. Fin dall’inizio il testo del decreto, poi trasformato in legge, è apparso lacunoso e contraddittorio – spiega Mancini – Non è razionale intimare le famiglie a vaccinare i propri figli se poi pagando una multa di oltre 500 euro, i bambini possono tornare a scuola e i pericoli di malattie contagiose vengono cancellati con uno sterile bonifico.

Sarebbe auspicabile, da parte dello Stato, un atteggiamento altrettanto rigido e militare nei confronti di immigrati clandestini che ogni giorni incontriamo nelle piazze ma della cui salute non sappiamo nulla .

A fine mese, in Umbria alcuni bambini dovranno lasciare la scuola in attesa di mettersi in regola con gli obblighi vaccinali, ciò creerà grossi problemi sia alle famiglie che allo stato psicologico dei bambini stessi, i quali si sentiranno “diversi” da altri. Per tutti questi motivi il prossimo 27 Marzo , in Assemblea Legislativa, darò battaglia e chiederò a tutte le forze politiche di assumersi le proprie responsabilità, in primis al Pd che ha partorito questa legge.

Invito i neo parlamentari della Lega, di farsi portavoce di queste istanze e una volta insediati, lavorare affinché la produzioni dei vaccini torni, finalmente, sotto il completo controllo dello Stato”

4 Commenti

  1. Impedire ai bambini di completare l’anno scolastico è una violenza ingiusta e sconsiderata. Non si può penalizzare bambini per le scelte dei loro genitori, qualunque sia la posizione in fatto di vaccini.

  2. Penalizzare i bambini per una scelta dei loro genitori è un atto violento e ingiusto,specie se non giustificato da alcuna emergenza. E dovrebbe essere scongiurato a qualsiasi costo, qualsiasi sia l’opinione in merito alle vaccinazioni

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*