Trasporti scolastici e rimborsi abbonamenti, impegno concreto a tutela delle famiglie

Trasporti scolastici e rimborsi abbonamenti, impegno concreto a tutela delle famiglie

Trasporti scolastici e rimborsi abbonamenti, impegno concreto a tutela delle famiglie

“L’emergenza sanitaria ha imposto chiusure trasversali che, oltre all’economia, hanno penalizzato anche i nostri studenti, costretti a mesi di didattica a distanza – ricordano il consigliere regionale della Lega, Valerio Mancini, Presidente della Seconda Commissione, competente, tra le altre, anche in materia di trasporti e il Capogruppo della Lega Umbria, Stefano Pastorelli – nei mesi di fermo, gli studenti non hanno usufruito del trasporto scolastico, per il quale però le famiglie avevano già pagato in anticipo l’abbonamento. In un momento così difficile è imprescindibile che la Regione dimostri vicinanza alle famiglie – incalzano i leghisti – e si impegni affinché venga loro rimborsata almeno una parte di quanto versato a inizio anno scolastico all’azienda che gestisce i trasporti”.


Fonte: Lega Umbria


Il presidente Mancini fa sapere inoltre di aver già incontrato alcuni rappresentanti delle associazioni di genitori. “Ho avuto modo di confrontarmi con la coordinatrice del Forags Umbria, Elisabetta Mazzeschi, e con alcuni rappresentanti delle associazioni delle famiglie, – dichiara Mancini – che si sono già rivolti all’assessore Melasecche, il quale ha riconosciuto la responsabilità del governo in questa vicenda, ma non basta. Alcuni Comuni hanno già provveduto ai rimorsi alle famiglie per la parte di trasporto pubblico di loro competenza, – prosegue – pertanto anche Busitalia, che gestisce il trasporto scolastico regionale, dovrebbe predisporre un ristoro per i minori costi variabili sostenuti”.

“È opportuno che ci si adoperi ad ogni livello istituzionale affinché alle famiglie venga garantito il rimborso dell’abbonamento, anche in forma parziale – concludono Mancini e Pastorelli – la Seconda Commissione è a disposizione sia di tutti i cittadini che delle associazioni da loro costituite per garantire ascolto nelle sedi istituzionali, che si tradurrà in impegni formali che presenteremo in Aula”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*