Sanità, Pd, la giunta dia un futuro ai precari di Umbria salute

 
Chiama o scrivi in redazione


Coronavirus Umbria, paziente da Bergamo a Perugia, i posti di rianimazione disponibili

Sanità, Pd, la giunta dia un futuro ai precari di Umbria salute

“È necessario che la Giunta regionale cambi passo su Umbria Salute, aprendo un tavolo di trattativa con i rappresentanti dei lavoratori precari: il loro contratto scadrà a novembre e c’è bisogno di certezza e stabilità per 160 professionisti che danno il loro apporto concreto del sistema sanitario regionale”. A chiederlo in un’interrogazione, di cui annunciano la presentazione, i consiglieri regionali del Partito Democratico, Tommaso Bori (capogruppo), Michele Bettarelli e Simona Meloni.

“L’emergenza Covid19 – spiegano i consiglieri Dem – ha dimostrato la necessità del potenziamento del personale e in questa esigenza si inserisce Umbria Salute, società in house della Regione che mette a disposizione lavoratori con molteplici funzioni, dal front office al supporto tecnico amministrativo fino al arrivare alla digitalizzazione del sistema sanitario. In fase di emergenza notevole è stato il loro apporto per il ‘Nus’ (Numero unico sanità) e Osservatorio epidemiologico regionale. I lavoratori sono stati assunti a tempo determinato, tramite agenzie interinali”.

Per Bori, Bettarelli e Meloni “è necessario che la Giunta regionale dia risposte a queste persone, che meritano la dignità e la considerazione, come tutti i precari. Si sieda al tavolo delle trattative con i sindacati – concludono – e scopra le carte per il futuro di Umbria Salute, dando garanzie a queste competenze e professionalità”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*