Report Banca Italia senatore Modena, l’Umbria che non si ritrova

 
Chiama o scrivi in redazione


Vincoli di Natale pesante discriminazione per i comuni più piccoli

Report Banca Italia senatore Modena, l’Umbria che non si ritrova

Con le elezioni alle porte, arriva il report della Banca di Italia analizzato oggi dal Sole 24 ore. Ancora una volta dobbiamo leggere delle analisi sulla difficoltà della Regione ad uscire dalla crisi, dalla disoccupazione. Scarsi investimenti, scarso utilizzo del Fondi comunitari, eccetera eccetera. Tutto nel contesto di un cambio di sentimento elettorale degli umbri, di forte spinta per la cesura netta nei confronti del passato. Schemi ideologici crollati, bipolarismo archiviato, modelli economici inservibili“.

© Protetto da Copyright DMCA

E’ quanto afferma la senatrice Fiammetta Modena commentando i dati forniti dalla Banca D’Italia e che parlano dell’Umbria come una delle regioni che ha più sofferto la crisi.
“In questi ultimi 10 anni la Regione ha subito le negatività e non ha colto nessuna opportunità. Si spopola, sembra quasi malinconica, mentre getta lo sguardo sul mondo che cambia, con la consapevolezza di non aver preso nessun treno.

Pesa sicuramente la carenza di prospettiva politica, la dottrina del pubblico fattasi “Partito“. I cittadini della nostra regione però, hanno dato segnali chiari. E non sono solo segnali di cambiamento. Chiedono risposte per affrontare il futuro con un po’ di ottimismo e di certezze.

E’ la grande responsabilità delle forze politiche di centrodestra che si candidano a guidare la Regione. Se una classe politica, per inerzia, ha lasciato senza Freccia Rossa, infrastrutture e tessuto economico l’Umbria, il lavoro di ricostruzione sarà lungo e complesso. Per questo Forza Italia insiste nel concetto delle competenze e dei contenuti. In gioco c’è la tenuta della Regione affinché non si spopoli e, anzi, ritrovi fantasia e vivacità”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*