Regionali, settimana decisiva, Tesei domani ufficializza, civici a rischio divisione

Regionali, settimana decisiva, 5 nomi certi, Tesei domani ufficializza

Regionali, settimana decisiva, Tesei domani ufficializza, civici a rischio divisione

Questa settimana sul fronte politico sarà decisiva. tra due mesi gli umbri saranno chiamati alle urne per scegliere il prossimo presidente della Regione. I nomi? Alcuni sono certi, per un paio manca solo l’ufficializzazione. Donatella Tesei è la candidata presidente alla Regione per il centrodestra in ticket con Marco Squarta. A chiederle di scendere in campo è stato direttamente Matteo Salvini, il leader della Lega. Il leader del Carroccio ha incontrato la senatrice Tesei per affrontare il tema della candidatura. Restano da chiarire le modalità. Solo a partire dai prossimi giorni si potrà sapere se al fianco della candidata presidente, oltre a Lega, Fratelli d’Italia e FI ci saranno anche i civici. Sullo staffa di Tesei non c’è ancora certezza ma l’ex sindaco e senatrice vuole avere persone preparate, affidabili.

Il centrosinistra, con un Pd che prova a dialogare con i 5Stelle e che a livello locale apre ai civici lanciando la candidatura di Andrea Fora. Intorno a quest’ultimo, si stanno raccogliendo, oltre ai Dem del nuovo corso, anche altre forze politiche di sinistra e un gruppo di civici.

Ma manca una buona parte. Floriano Pizzichini sabato, insieme al sindaco di Assisi Stefania Proietti, ha organizzato un partecipato incontro a Todi con gli aderenti a Umbria dei Territori «che lavora sì per costruire la più ampia coalizione possibile affinché alle elezioni regionali si possa battere la destra, ma partendo dai programmi e non dalle persone. Lavorare nei territori – hanno detto – ascoltando e valutando con gli stessi i progetti da condividere. Altrimenti il civismo, che di questo coinvolgimento e questa condivisione si nutre, non può funzionare».

Diversi hanno manifestato il proprio assenso a Fora, compresi 17 sindaci del centrosinistra. Ieri ha ufficializzato il sostegno la lista “Burico 2019” del neo sindaco di Castiglione del Lago.

«Il messaggio comune è stato quello di uscire da piccole logiche e tatticismi, sgombrare il campo da inutili e improduttive discussioni sui nomi,  per aprire un confronto che porti rapidamente ad una soluzione condivisa, capace di andare anche oltre le forze politiche di presenti, ampliando quanto più il perimetro della coalizione, con un progetto condiviso.  Un messaggio che UdT ed  il mondo civico, nelle sue diverse espressioni, non solo condivide, ma che ritiene unica via per la costruzione di un vero ed innovativo modello di governo regionale. Ci auguriamo e siamo certi che alle dichiarazioni di intenti seguiranno nelle prossime ore atti formali, rispetto ai quali, come sempre, sapremo fare la nostra parte». Udt potrebbe mettere sul piatto un altro nome, come quello di Ulderico Sbarra, segretario generale della Cisl.

Per il Pd sarebbero in programma incontri stamattina a Roma al Nazareno.

Sono dunque sette tra sicuri, probabili e disponibili, i nomi dei candidati per la poltrona di Presidente della regione Umbria. Per Claudio Ricci, attuale consigliere regionale e già sindaco di Assisi, la campagna elettorale è iniziata un anno fa ed è sostenuto da tre liste civiche. Nelle scorse consultazioni sfiorò la vittoria.

In campo anche Antonio Pappalardo, il generale dei Carabinieri in pensione. Altro nome è quello di Rossano Rubicondi. per i 5stelle si è fatta avanti la consigliera uscente Maria Grazia Carbonari. Altro nome sempre per M5s potrebbe essere quello di Laura Agea.

Il mondo civico, il Pd e le altre forze di sinistra starebbero ragionando sulla possibilità di una coalizione ampia, allargata e “anti-salviniana”  che possa comprendere anche i Cinque stelle. E’ probabile che il numero dei candidati possa aumentare visto che, partiti minori come Forza Nuova, Casa Pound, il Popolo della Famiglia vogliono provare a esprimer un loro nome.

Tra un mese esatto vanno presentate le liste. E i tempi sono stretti. 

 

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
18 ⁄ 9 =