Proroga autorizzazione temporanea suolo pubblico per locali e bar

Accolto l'ordine del giorno presentato dal deputato umbro di Fratelli d’Italia Emanuele Prisco

Proroga autorizzazione temporanea suolo pubblico per locali e bar 

Proroga autorizzazione temporanea suolo pubblico per locali e bar

Proroga autorizzazione temporanea – Accolto l’ordine del giorno presentato dal deputato umbro di Fratelli d’Italia Emanuele Prisco e dalla collega Wanda Ferro nell’ambito della discussione sul Dl Aiuti bis, che impegna il governo a prorogare le autorizzazioni per l’utilizzo temporaneo del suolo pubblico per sostenere la ripresa delle attività danneggiate dai rincari energetici.

On. Emanuele Prisco

“In considerazione degli straordinari rincari energetici che rischiano di travolgere definitivamente le nostre attività di pubblico esercizio – afferma Prisco – è importante prorogare almeno sino a fine anno le autorizzazioni concernenti l’utilizzazione temporanea del suolo pubblico per dehors e tavolini, che erano già stati autorizzati fino al 30 settembre.

Permettere a bar, ristoranti e pubblici esercizi di continuare ad usufruire di tavoli e sedie all’aperto senza la necessità di presentare alcuna richiesta e significa aggiungere un piccolo ma significativo strumento al sostegno di una categoria che da oltre tre anni sta facendo sacrifici enormi per sopravvivere al susseguirsi di crisi una crisi economica che ancora oggi non vede la fine. Auspichiamo un intervento normativo quanto prima”. Lo dichiara in una nota il deputato umbro di FDI Emanuele Prisco.

Dopo essersi laureato in giurisprudenza all’Università di Perugia, svolge il ruolo di avvocato per poi diventare funzionario del corpo dei Vigili del Fuoco sempre a Perugia. Da giovane entra a far parte del movimento studentesco Azione universitaria, di cui è stato anche coordinatore e rappresentante studentesco. Si iscrive poi ad Azione Giovani, movimento giovanile di Alleanza Nazionale. Dapprima in quest’ultimo partito e nel Popolo della Libertà in seguito, nel 2012 si iscrive al neo-nato Fratelli d’Italia, di cui diventa portavoce regionale per l’Umbria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*