Prc Bevagna: “Il rilancio della coalizione è un elemento indispensabile per affrontare la crisi sociale”

PRC

prc(umbriajournal.com) BEVAGNA – Rifondazione comunista di Bevagna ritiene davvero singolari alcune recenti prese di posizione sulla situazione politica locale. Per parte nostra gli obiettivi politici condivisi in sede di costruzione dell’accordo politico e programmatico restano validi, a partire dalla continuità con le stagioni di buon governo che hanno caratterizzato Bevagna e la sua pianificazione urbanistica. Nello stesso tempo riteniamo necessaria la consapevolezza da parte della coalizione che è stato premiato dagli elettori un nuovo corso di unità e di progetto politico: occorre lasciare da parte tatticismi e politicismi e lavorare per continuare a definire misure alternative alle politiche nazionali di austerità. Infatti la priorità è la crisi sociale ed economica che non risparmia nemmeno il nostro territorio: aumentano le difficoltà, si presentano nuove povertà.

Ecco, al di là di sterili battibecchi che ai cittadini non interessano minimamente, anche a Bevagna serve rilanciare il contributo della coalizione per rispondere concretamente ai tagli pesanti del patto di stabilità che si abbattono sui cittadini e sui servizi, così come è necessario riprendere un percorso virtuoso con i soggetti sociali, con il mondo del lavoro e del commercio, dell’artigianato, del turismo e della cultura per cercare di proporre un nuovo modello di sviluppo per il territorio. I partiti di governo devono sentirsi responsabili del passaggio socioeconomico che stiamo vivendo, comprendendo l’importanza e la necessità di sostenere un governo locale che si trova costretto a fare scelte difficili e spesso obbligate; senza questo sostegno ogni sforzo diventerebbe vano. Riteniamo immaturo ancora giustificarsi addossando colpe ad altri, ma soprattutto diventa disgregante e inutile, quanto la politica dell’opposizione che a Bevagna si diletta solo a fare polemiche e maldicenze, sia in bacheca che in consiglio comunale, senza nessun apporto concreto.

Oltre alle soluzioni prospettate sugli assetti di giunta dopo le dimissioni dell’Assessore Fasciani, pensiamo che l’Amministrazione debba essere più efficace sul piano dell’animazione economica e turistica e nel tessere la collaborazione con tutte le parti sociali (deleghe tornate in mano al Sindaco); la macchina comunale deve riprendere quanto prima il normale funzionamento, anche il personale dell’ente deve far parte di un processo di coesione e responsabilità. Ritenendo prioritario l’avvio della discussione sul bilancio di previsione 2014, chiediamo la convocazione della maggioranza politica di Bevagna.

Partito Prc Bevagna

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*