Post-shock dell’assessora leghista, sospesa dal partito, via le deleghe

Post-shock dell’assessora leghista, sospesa dal partito, via le deleghe

Cacciata dal suo partito, la Lega, e liquidata in pochissimo tempo dalla giunta comunale di Orvieto. Angela Maria Sartini che aveva le deleghe a Politiche e Servizi Sociali, Famiglia, Scuola, Istruzione e Formazione, Giovani e Futuro, Pari Opportunità e Politiche di genere, nella serata di venerdì 21 gennaio aveva postato sul proprio profilo social una foto che raffigurava Adolf Hitler al telefono e sulla foto una scritta «Ciao Mario volevo farti i complimenti».


Fonte: Quotidiani online e post
su Facebook


Forse perché contraria all’ultimo Dpcm sul green pass e ad altre misure anti Covid attuate dal Governo? Tutto questo ha scatenato la polemica del suo partito e del sindaco della città, in quota Lega, Roberta Tardani, che poco prima della mezzanotte di venerdì con un post, ha comunicato ufficialmente di aver revocato le deroghe all’assessora Sartini.

“Alla luce dell’intollerabile e inopportuno post pubblicato da Angela Maria Sartini – scrive il sindaco – sul proprio profilo Facebook ho deciso di revocare le deleghe a lei assegnate in seno alla giunta comunale. Si possono non condividere e criticare le decisioni di un Governo ma quanto pubblicato non può essere tollerato né giustificato e non voglio che sia minimamente accostato a questa amministrazione e in nessun modo alla storia e all’immagine della nostra città. In attesa di un confronto con la Lega e le altre forze politiche di maggioranza, tratterrò a me le deleghe precedentemente assegnate all’assessore Sartini”.

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*